30 Novembre 2019

Questa startup crede che il futuro del fitness sia uno specchio

Carlotta Balena

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Mirror vuole rivoluzionare il mondo del fitness, portandovi la palestra dentro casa sotto forma di un bellissimo specchio di design. Basata a New York, la startup, fondata dall’ex ballerina del New York Ballet Brynn Putnam, ha raccolto lo scorso ottobre 34 milioni di dollari in un round guidato dall’hedge fund Point72 ed a cui hanno partecipato anche Lululemon e la supermodella Karlie Kloss, portando la raccolta della startup – valutata quasi 300 milioni – a circa 72 milioni di dollari. 

 

Il dispositivo di Mirror è un monitor (che costa circa 1.500 dollari) che vi porta in salotto tutto il fitness interattivo che le palestre all’avanguardia offrono nelle loro sale. Negli ultimi anni, infatti, è cresciuto il trend dell’home-fitness, cioè di ricreare in un angolo di casa una zona per l’allenamento professionale. Il maggior problema di questo settore è lo spazio: come conciliare una “palestra da casa” con una abitazione piccola e con poco spazio a disposizione? Mirror sembra aver trovato una soluzione: un monitor che si appende alla parete come un quadro e che guida le persone durante l’allenamento con video, musica e interazione. Quando è spento, Mirror – lo dice il nome – si trasforma in uno specchio. L’intelligenza del prodotto sta nel ricreare l’atmosfera di una lezione professionale in palestra dentro il salotto di casa: quelle che negli Usa vengono chiamate le “boutique fitness” cioè le palestre che offrono un alto supporto tecnologico all’allenamento. 

 

Se vi state chiedendo quale sia la differenza con un vecchio vhs di Jane Fonda, è presto detto: dallo specchio di Mirror, gli utenti possono accedere a sessioni di allenamento con un personal trainer interattivo, richiedere una tipologia di esercizi specifici e accedere a lezioni live (con un abbonamento extra di 39 dollari al mese). La startup non ha rivelano numeri sulle vendite: secondo il New York Times, tuttavia, Mirror venderebbe dispositivi per 1 milione di dollari al mese (circa 650 unità). Le vendite sono state spinte anche da un pugno di personalità celebri che hanno pubblicamente apprezzato Mirror: da Kate Hudson a Jennifer Aniston, passando per la ‘guru’ del benessere Gwyneth Paltrow. 

 

Proprio in occasione dell’ultimo round di finanziamento, Mirror ha annunciato che stringerà una partnership con l’azienda di abbigliamento per il fitness di ultima generazione Lululemon: dallo specchio “magico” si potrà accedere a delle lezioni di meditazioni professionali tenute da “Lululemon ambassadors”.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.