3 Gennaio 2020

Ecco il gigante dei videogiochi che vuole dominare il Fintech

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Di Yoolim Lee e Lulu Yilun Chen (Fortune.com – Bloomberg) – La società di giochi Razer e la Ant Financial del miliardario Jack Ma hanno annunciato entrambe che chiederanno una licenza per il digital banking, unendosi alla corsa di Hong Kong al fintech e agli istituti di credito virtuali. Le azioni di Razer sono balzate fino al 13,4%, il loro più grande guadagno giornaliero da aprile, prima di tornare a un solido 8,7% alla borsa di Hong Kong. Per la Ant, ottenere una licenza digital banking dalle autorità di Singapore consentirebbe alla più grande piattaforma finanziaria online della Cina di intensificare gli sforzi per espandersi al di fuori della madre patria.

L’autorità monetaria di Singapore (MAS) annuncerà i vincitori delle licenze digital banking a metà del 2020. All’inizio della settimana, anche Grab Holdings e Singapore Telecommunications hanno presentato un’offerta congiunta per una licenza completa. Il MAS offre fino a cinque permessi digital banking a soggetti non bancari nel tentativo di aprire il settore finanziario a nuovi concorrenti. Vincere una licenza metterebbe Ant e Razer contro operatori storici tradizionali come DBS Group Holdings e Oversea-Chinese Banking nel crescente mercato del digital banking nel sud-est asiatico.

Gli sforzi per aprire il settore bancario di Singapore alle società tecnologiche derivano da una simile mossa a Hong Kong, dove le unità di Ant Financial e altre società cinesi tra cui Tencent hanno ottenuto le licenze. Il mercato dei prestiti digitali nel sud-est asiatico dovrebbe quadruplicare fino a 110 mld di dollari entro il 2025, secondo un rapporto di Bain & Co., Google e Temasek Holdings.

“Dopo aver ottenuto la licenza, riteniamo che Razer sfrutterà i suoi 70 milioni di utenti registrati ai suoi prodotti software per vendere più prodotti finanziari”, hanno scritto gli analisti Jefferies guidati da Ken Chong. “Ciò probabilmente includerebbe i prodotti assicurativi e di gestione patrimoniale offerti dai partner dell’ecosistema di Razer, mentre Razer contribuirebbe con il suo traffico e i dati della sua base di utenti, appassionati di giochi”.

Invece di combattere le banche locali, Razer Fintech ha in programma di colpire il segmento giovanile e millennial a Singapore. Alla fine, mira a lanciarsi a livello globale come Razer Youth Bank: la società ha affermato che sarebbe la prima banca del suo genere.

“I giovani e i millennial sono poco serviti anche in uno spazio affollato come Singapore”, ha dichiarato Lee Li Meng, Chief Strategy Officer di Razer che ha assunto un ruolo aggiuntivo come Chief Executive Officer di Razer Fintech dal 1 gennaio. La nuova banca avrebbe preso di mira quelli tra i 12 e i 35 anni, ha detto, osservando che molti giovani crescono con poca conoscenza della finanza. Quando si uniscono alla forza lavoro, fanno fatica ad aprire un conto bancario o ottenere una carta di credito o prestiti a causa della mancanza di risparmi e della storia creditizia. “Vogliamo aiutarli fin dalla tenera età”, ha detto Lee.

Razer Fintech, l’unità tecnologica finanziaria della società, deterrà una partecipazione del 60% nel gruppo, mentre cinque partner deterranno il restante 40%, secondo una dichiarazione. Sono Sheng Siong Holdings Pte, la compagnia privata dei fratelli Lim di Singapore che ha una famosa catena di supermercati locali; la compagnia assicurativa FWD Group del miliardario Richard Li; LinkSure Global Holdings Ltd, la società tecnologica di Chen Danian, imprenditore di Internet; Insignia Ventures Partners; e Carro, un mercato online di automobili.

Razer sta cercando di sfruttare la sua vasta base di giovani fan e le sue reti di pagamenti digitali esistenti, Razer Merchant Services e il servizio di e-wallet Razer Pay. Sta anche cercando di rafforzare la sua presenza globale: l’azienda ha sede a Singapore e San Francisco, ma ha negozi a Londra, Las Vegas, Hong Kong e Taipei.

Sta inoltre cercando di capitalizzare i consumatori più giovani che usano i loro telefoni cellulari per leggere, chattare, giocare, riprodurre musica e video in streaming. Tali utenti si aspetteranno di utilizzare i telefoni cellulari per gestire i propri soldi e scambiare azioni con servizi più convenienti e più veloci, ha affermato Lee.

Il co-fondatore e CEO di Razer Min-Liang Tan ha cercato di costruire un ecosistema di software e servizi per i giocatori per ridurre la dipendenza di Razer da periferiche hardware come mouse da gioco e tastiere. È entrato nel settore del portafoglio digitale acquisendo la piattaforma di pagamenti elettronici MOL Global. Da quando ha costituito Razer Fintech come entità separata nell’aprile 2018, ha costruito una grande rete di pagamento digitale nel sud-est asiatico e ha elaborato oltre un miliardo di dollari di valore di pagamento totale. Razer Fintech ha circa 200 dipendenti e alcune delle sue assunzioni di spicco includono Lim Siong Guan, ex presidente di GIC Pte, il fondo sovrano di Singapore. “Ci abbiamo pensato a lungo”, ha detto Lee. “Crediamo di poter fare qualcosa di rivoluzionario qui a Singapore”.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.