Advertisement

11 Gennaio 2020

Assemblea Irena, un altro Mondo è possibile

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Tre giorni densi di contenuti e di prospettive. La decima assemblea di Irena, la principale agenzia internazionale per la trasformazione energetica, ha impegnato ad Abu Dhabi più di 1500 delegati in rappresentanza di 150 Paesi. L’appuntamento apre il sipario su un decennio in cui il Mondo deve raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) stabiliti dalle Nazioni Unite e adottare un percorso energetico sicuro per il clima. All’energia rinnovabile è riconosciuto un ruolo centrale nel raggiungimento di diversi obiettivi tra cui l’accesso all’energia (SDG 7), la sicurezza climatica (SDG 13), la crescita economica sostenibile (SDG 8) e le città sostenibili (SDG 11). Un rapporto pubblicato da Irena ha rilevato che i posti di lavoro nelle energie rinnovabili potrebbero raggiungere i 40 milioni entro il 2050 in uno scenario energetico sicuro per il clima.

 

Nelle osservazioni di apertura rivolte alla sua prima assemblea, il direttore generale di Irena, Francesco La Camera, si è soffermato proprio sull’obiettivo principale: “Mancano dieci anni per adempiere all’impegno stabilito nell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Questo periodo sarà anche decisivo per la capacità di mantenere la linea sull’aumento delle temperature globali. Il passaggio a sistemi di energia pulita è al centro di questi programmi globali. E l’energia rinnovabile gioca sempre più un ruolo importante nello sviluppo nazionale e nelle strategie climatiche”.

È però necessario prendere decisioni rapide e inequivocabili. “Oggi disponiamo di energie rinnovabili per rendere il futuro più prevedibile, più prospero, più inclusivo e più sicuro. Ma è ora che dobbiamo prendere le giuste decisioni, in modo che i vantaggi possano dispiegarsi in tutto il mondo. Entriamo nel prossimo decennio con fiducia grazie al vostro supporto e impegno attivo”, ha detto rivolgendosi ai delegati.

Particolarmente significativo anche il momento storico e la collocazione temporale dell’Assemblea. È stata presieduta dal Vice Primo Ministro dell’Uganda, S.E. Ally Kirunda Kivejinja, e si è svolta all’inizio della Abu Dhabi Sustainability Week – ADSW, precedendo il World Future Energy Summit. In questi giorni, si svolge anche l’Atlantic Council Global Energy Forum, in una settimana intensissima. Nonostante la difficile situazione internazionale legata alla tensione fra Iran e Stati Uniti, si parla di un altro Mondo possibile.

A rafforzare la presenza italiana, anche le delegazioni di Enel, Eni e Cdp, Snam.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.