Advertisement

4 Marzo 2020

Fortune Italia, un numero importante

Fabio Insenga

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

State leggendo un numero importante. È il ventesimo da quando è nata Fortune Italia, nel giugno 2018. È anche il primo numero completamente rivisto nel design, seguendo il nuovo corso di Fortune a livello globale. Cambia l’impostazione della cover e cambia il layout di tutta la rivista. Dietro questa scelta, c’è il lungo lavoro di progettazione del team americano e c’è quello, altrettanto impegnativo, della nostra redazione.

Per una volta, serve un ringraziamento personale: il nostro art director, Niccolò Iacovelli, ha dovuto lasciare schemi e strumenti ormai familiari per capire, gestire e adattare un approccio diverso a ogni singola pagina. Il risultato è il prodotto completamente nuovo che state sfogliando. Il redesign è ovviamente funzionale a scelte editoriali ambiziose. L’obiettivo dichiarato è quello di alzare la qualità del contenitore, per ospitare contenuti sempre più orientati a durare nel tempo.

open innovation open banking
Illustrazione di Michele Marchionne dedicata al tema centrale del numero di marzo 2020 di Fortune Italia: l’open innovation del settore bancario.

 

Raccogliamo la sfida con un tema che è ormai centrale nell’evoluzione del tessuto economico: l’open innovation. Un approccio che va oltre la contrapposizione fra vecchio e nuovo, tra operatori tradizionali e startup proiettate nel futuro. L’apertura, la condivisione di spazio e opportunità, diventa una strada obbligata per vivere un cambiamento che va oltre la trasformazione digitale di banche e assicurazioni. Raccontiamo il percorso della prima banca italiana, Intesa Sanpaolo, che ha appena lanciato un’offerta sulla quarta banca italiana, Ubi Banca, e che ha dimostrato con una serie di operazioni di credere nello sviluppo del fintech: dalle partnership con Nexi e Sisal, agli investimenti in Yolo, Matipay e Oval Money. Analizziamo le strategie della banca che per prima ha intrapreso con convinzione il percorso dell’open innovation, Banca Sella. Ci occupiamo di tre realtà che sono state capaci di fare di buone idee modelli di business che cambiano le regole del gioco: Revolut e MyBank nei sistemi di pagamento, Axieme nell’insurtech.

Con un reportage da Stoccolma, entriamo nel quartier generale di LeoVegas, il gruppo svedese che punta a monopolizzare il casinò online. Ma andiamo oltre gli aspetti economici e di business, con il parere dell’Istituto Superiore di Sanità per le implicazioni che riguardano la ludopatia. Due approfondimenti su temi che interessano da vicino la spesa pubblica: la gestione delle farmacie comunali, non proprio esemplare guardando alla potenziale redditività e ai risultati attuali; il numero di collaboratori e di membri degli staff dei ministeri, strutture elefantiache se confrontate a quelle delle grandi società. Altro tema importante, quello scelto dalla redazione americana: il contributo allo sviluppo del business dell’intelligenza artificiale e degli investimenti nel settore delle big tech, da Alphabet a Microsoft. Ma anche il potenziale dell’industria cinese, a partire da TikTok, e quello della tecnologia nella gestione delle risorse umane, con l’utilizzo degli algoritmi A.I. nei processi di selezione e formazione del personale.

 

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.