Advertisement

12 Marzo 2020

Chi è Domenico Arcuri, nuovo commissario per l’emergenza coronavirus

Alessandro Pulcini

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

“Avrà ampi poteri di deroga, lavorerà per rafforzare la produzione e la distribuzione di attrezzature di terapia intensiva e sub intensiva e avrà il potere di impiantare nuovi stabilimenti per la produzione di queste attrezzature
e per sopperire alle carenze sin qui riscontrate”. I poteri di Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia e nuovo commissario per l’emergenza sanitaria dovuta all’epidemia di coronavirus Covid-19, li ha riassunti lo stesso Giuseppe Conte.

Nel suo discorso alla nazione, in cui ha annunciato misure ancora più restrittive su tutto il territorio italiano (con la chiusura di tantissime attività commerciali, tranne quelle ritenute essenziali), il premier ha specificato che Arcuri “si avvarrà di questa struttura già consolidata, esperta e si coordinerà con il dottor Borrelli e con la struttura della Protezione civile”.

 

domenico arcuri
L’ad di Invitalia, Domenico Arcuri, nuovo commissario per il coronavirus, in una visita all’ex area Italsider di Bagnoli del 20 gennaio 2020, per l’avvio delle operazioni di bonifica, insieme al ministro per il Mezzogiorno Giuseppe Provenzano e al sindaco di Napoli Luigi De Magistris. ANSA/ CIRO FUSCO

 

Ma chi è Domenico Arcuri? È un manager di lungo corso, riconfermato ancora poco tempo fa dall’attuale governo al vertice di Invitalia, dove approdò nel 2007: un comando lungo 13 anni, che ha resistito all’avvicendarsi di 8 governi. Classe 1963, calabrese, Arcuri ha studiato economia all’università Luiss di Roma dove si è laureato nel 1986 per poi approdare all’Iri.

Nel 1992 è arrivato in Pars, joint venture Arthur Andersen e GEC, di cui è stato amministratore delegato e nel 2001 è stato partner responsabile italiano ‘Telco, Media e Technology’ di Arthur Andersen. Nel 2004 ha poi ricoperto lo stesso ruolo in Deloitte Consulting, membro del board europeo del network. Nel 2007 è passato in Invitalia dove su mandato del Governo ha elaborato e realizzato il piano di riorganizzazione e rilancio della struttura gestita fino ad oggi che sovraintende a tutte le agevolazioni per le imprese e agli interventi per la reindustrializzazioni per le aree di crisi.

Il nome dell’amministratore delegato di Invitalia si era aggiunto al toto-commissario nelle ultime ore: ha superato, quindi, i favoriti dei giorni scorsi, Guido Bertolaso (ex capo della Protezione Civile) e Gianni De Gennaro (ex capo della Polizia).

 

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.