Advertisement

14 Maggio 2020

Ricostruzione, Porta (MyBank): alle imprese serve semplicità/Video

Alessandro Pulcini

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

L’andamento del mercato b2b e b2c durante l’emergenza coronavirus (“abbiamo visto qualche timido segnale di ripresa a fine aprile”), gli investimenti di cui hanno bisogno le imprese per ripartire (molte sono “disorientate”), il ruolo dei pagamenti digitali e dell’e-commerce, che aiuterà nella ricostruzione se fatto in maniera intelligente. Ne ha parlato, durante una video intervista per il progetto Ricostruzione di Fortune Italia, Riccardo Porta, Business development e marketing manager di MyBank, player centrale del banking online che può fornire una prospettiva unica sulla trasformazione tecnologica dei pagamenti durante l’emergenza Covid-19.

 

 

“Quando si parla di pagamenti digitali bisogna tenere in mente 5 pilastri fondamentali”, dice Porta: informazione immediata sui pagamenti, certezza dell’incasso, riconciliazione dei pagamenti al 100% (fondamentale per le bollette, dice il dirigente di MyBank), nessun limite di spesa, investimento tecnologico minimale. Una crisi come quella del Coronavirus non è un momento storico in cui effettuare “grandi sforzi” per adeguarsi ai sistemi di pagamento più innovativi: adesso da parte delle imprese a caccia di innovazione “serve semplicità, anche a livello comunicativo, verso clienti e impiegati”.

 

Una pacatezza che occorre anche quando si parla, più in generale, di e-commerce: serve a ripartire, è vero, ma non significa necessariamente costruire un sito di commercio elettronico: “Fare e-commerce per me significa sfruttare il digitale per fare meglio e fare di più. Ci vogliono delle competenze, che possono anche essere comprate esternamente. Perché l’e-commerce non si improvvisa, non si fa con pochi spicci spesi su Google o su una piattaforma presa a noleggio con 20 euro al mese. Noi di Mybank abbiamo visto crescere del 300% le richieste da parte di aziende su come poter incassare online e dimuire i tempi tra incasso e evasione dell’ordine. Abbiamo cercato di guidarle con piccoli passi, perché la cultura aziendale va cambiata in maniera graduale. Faccio un esempio: un’azienda che si è rivolta a noi è entrata nel commercio delle mascherine e aveva già tanti ordini. Non abbiamo consigliato un sito classico di e-commerce, ma Mybank Bridge, cioè un semplice sistema di pagamento pay-per-link, per poter evadere ordini arrivati via messaggio o telefono, senza costruire piattaforme e carrelli”.

 

 

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.