Advertisement

14 Settembre 2020

Fortune Global 500: le aziende più grandi del mondo nel 2020

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Per il settimo anno consecutivo, il gigante del retail Walmart è al primo posto nell’annuale lista Fortune Global 500, dedicata alle aziende più grandi del mondo, ordinate per fatturato. Saudi Aramco, dopo aver completato la sua tanto attesa Ipo a dicembre, conserva il sesto posto mentre rivendica, ancora una volta, il titolo di azienda più profittevole della Global 500, con un utile netto di 88 mld di dollari nel 2019. La Berkshire Hathaway di Warren Buffet ha perso un paio di posizioni fino alla 14, ma è seconda per utili con 81,4 mld, grazie a enormi guadagni (ancora non finalizzati) sugli investimenti azionari: un paradosso della contabilità che non piace neanche a Buffet. Amazon continua la sua ascesa, entrando nella top 10 per la prima volta, al numero 9. Il gigante petrolifero Exxon Mobil ha perso tre posizioni fino alla numero 11. Sinopec, State Grid, e China National Petroleum sono le tre cinesi della top 5.

 

fortune global 500
La top ten della Fortune Global 500 del 2020

 

 

 

Negli ultimi 10 anni, le entrate delle aziende più grandi del mondo sono cresciute di 10 trilioni di dollari. Un aumento (nel 2019) del 2% fino al nuovo totale di 33,3 trilioni, ovvero un terzo del Pil globale. A guidare la crescita c’è Aviva (88esima), assicuratore UK, con il suo aumento del 278%, grazie ai ritorni dal suo portfolio e a bassi tassi d’interesse. Visto l’impatto della pandemia, probabilmente il totale delle entrate calerà drasticamente il prossimo anno.

 

 

Un anno dopo aver superato i 2 trilioni di dollari per la prima volta, i profitti totali della Global 500 sono tornati indietro del 4%. I profitti di aerospazio e difesa sono crollati del 37%, per le minori vendite di aeroplani, mentre il calo del prezzo del petrolio ha colpito l’industria fossile, calata del 33%. Anche la grande Apple (12esima) ha avuto un anno sottotono. I profitti sono calati del 7%, alla comunque incredibile cifra di 55 mld di dollari. I guadagni di Microsoft (47esima) intanto, sono cresciuti del 137% a 39,2 mld.

 

 

 

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di settembre 2020. Ci si può abbonare al magazine mensile di Fortune Italia a questo link: potrete scegliere tra la versione cartacea, quella digitale oppure entrambe. Qui invece si possono acquistare i singoli numeri della rivista in versione digitale.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.