Advertisement

21 Settembre 2020

Per noleggiare e-bike e bici ora c’è una startup: Rent&Fit

Nicola Sellitti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

L’hanno chiamata il ‘Booking’ per il noleggio delle bici. Mountain bike, e-bike, city-bike, la due ruote tradizionale. Si chiama Rent&Fit, startup che si pone come intermediario tra i principali noleggiatori delle città italiane (inclusi negozi specializzati e strutture ricettive con servizio di noleggio) e i clienti che cercano un mezzo in affitto. Dal Trentino Alto-Adige alla Lombardia (la sede è a Milano), poi Toscana, Emilia-Romagna, Piemonte, uno strumento per soddisfare la crescente domanda di bici a noleggio – mercato da 200 milioni di euro annui, con crescita annua del 20% – di un’utenza diversificata, dal ciclista occasionale all’appassionato che cerca l’ultimo modello da downhill, sostenendo anche la mobilità green, a costi contenuti.

“Sono un imprenditore ma soprattutto amante della bici, in Italia non esistevano piattaforme di questo tipo, che consentono una scelta tra diversi mezzi, dalla mountain bike alla e-bike alla bicicletta tradizionale – spiega Pierluigi Casolari, uno dei soci di Rent&Fit assieme a Marco Donadelli -, è stato il lockdown dovuto al Covid-19 che mi ha aperto gli occhi, con l’attenzione che è stata riservata a mezzi di locomozione diversi da servizi pubblici e automobili, anche non inquinanti. E ha avuto un peso anche il bonus promesso dal governo per l’acquisto di bici elettriche e monopattini”.

 

Così il noleggio su Rent&Fit: si accede al sito selezionando la zona per il noleggio, giorni di utilizzo, tipo di bicicletta. Dopo aver scelto il modello si paga con la carta di credito per poi passare dal noleggiatore e prendere in affido il mezzo. Dunque, una piattaforma multimediale che asseconda la voglia di bici che c’è in Italia come nel resto d’Europa. Secondo il Rapporto Isnart-Legambiente, nel 2019 oltre 20 milioni di appassionati in Italia hanno viaggiato in bicicletta e in attesa di stime, i numeri erano destinati a crescere nella prima successiva al Covid-19. Un mezzo di trasporto ecologico, che fa bene alla salute, all’aria aperta.

 

“Il nostro lavoro per ora è far conoscere la piattaforma, scovare ulteriori forme di finanziamento per potenziarla e poi lanciarla sul mercato internazionale. Siamo sicuri che con il ritorno del turismo estero, con intere famiglie che vanno in giro con le bici a noleggio, ci siano enormi prospettive per Rent&Fit”. Dal punto di vista economico, il fondatore della startup si attende il raggiungimento del break even entro il 2022 e i sei milioni di euro di fatturato da centrare entro il 2024.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.