Advertisement

8 Ottobre 2020

De Masi: “Ecco come lo smart working trasforma la città”

Carlotta Balena

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

A chi sostiene che il telelavoro svuoti le città, risponde il sociologo Domenico De Masi: è il lavoro d’ufficio a creare una città che è sempre disabitata per metà. Con lo smart working, invece, si vive una nuova urbanità. La versione completa di questo articolo, a firma di Carlotta Balena, è disponibile sul numero di Fortune Italia di ottobre 2020.

 

Ripensare il lavoro significa ripensare la città. Un mondo che tiene gli impiegati a casa rende inutili i bar per la pausa pranzo, ed essenziali appartamenti più grandi, possibilmente con un affaccio su una macchia di verde. Un mondo senza uffici è un mondo dove non esiste più l’ora di punta in cui tutti si spostano nello stesso momento per timbrare il cartellino (più o meno) alla stessa ora, ma è invece un posto dove tutti sono connessi tramite Internet. “Senza lo smart working le città non sono una, ma due”. Domenico De Masi, sociologo e professore emerito dell’Università Sapienza di Roma, non ha dubbi.

 

Il lavoro d’ufficio come lo intendiamo tradizionalmente impone di vivere la città a metà: “Si vive una città di giorno e l’altra di notte. Quando usciamo di casa la mattina per andare a lavorare lasciamo le case vuote. Lo stesso facciamo la sera quando usciamo dagli uffici. Ogni giorno si creano due città: una è viva ed è abitata di giorno, l’altra di notte. Con grande gioia delle società immobiliari che si fanno pagare affitti doppi. Questo è uno spreco inaudito, come è uno spreco spostarsi tutti i giorni perdendo molto tempo e inquinando l’ambiente. Perché?”. De Masi si è impegnato a dimostrare i benefici del telelavoro fin dagli anni ’70, e oggi è in uscita per Marsilio il suo ultimo libro sul tema, dal titolo evocativo: ‘Smart working’. Il ‘perché’ di De Masi è un quesito che in molti hanno iniziato a porsi con l’avvento della pandemia e con il lockdown, che da un giorno all’altro ha imposto alle aziende di mettere tutti gli impiegati nelle condizioni di lavorare senza uscire di casa.

 

La versione completa di questo articolo, a firma di Carlotta Balena, è disponibile sul numero di Fortune Italia di ottobre 2020. Ci si può abbonare al magazine mensile di Fortune Italia a questo link: potrete scegliere tra la versione cartacea, quella digitale oppure entrambe. Qui invece si possono acquistare i singoli numeri della rivista in versione digitale.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.