Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement

Nse Expoforum, ecco le migliori startup della space economy

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Partecipanti da 43 paesi da tutto il mondo, 130 speaker, 12 technical session e 16 sides events organizzati, 64 “stand virtuali” che hanno ospitato grandi aziende e startup, associazioni e istituzioni, e 266 exibitors: si chiude con questi numeri la seconda edizione, completamente virtuale, dell’NSE Expoforum, l’evento annuale dedicato alla new space economy organizzato da Fondazione E.Amaldi e Fiera di Roma.

 

NSE Expoforum ha anche dedicato un riconoscimento alle startup europee che si sono distinte nel settore nell’ultimo anno. AIKO, vincitrice del premio lo scorso anno, è stata finanziata con 1,5 mln di euro dal Primo Space, il primo fondo dedicato alle Startup New Space Economy. Lorenzo Scatena, Segretario Generale di Fondazione E.Amaldi, che ha curato anche questa seconda edizione dell’Award, commenta “NSESpace Award si avvia a diventare un’importante vetrina per le startup più innovative che si sono distinte nell’ambito della New Space Economy. Lo scale down system e le start-up possono giocare un ruolo strategico nel tracciare nuove linee di business e valorizzare mercati di nicchia, rilanciando anche i settori produttivi tradizionali, dando nuova linfa al comparto industriale italiano che può trovare nell’economia dello Spazio un nuovo importante punto di riferimento”. Fra le candidature giunte quest’anno ben 19 sono stati i progetti finalisti, cui 5 sono arrivati in short list : Celestial (DH) Latitudo 40 (ITA- Napoli) Neutron Star Sistem (UK) Picosats (Trieste) e TBoxChain (Potenza). Vince l’Award per la migliore scale-up Neutron Star Sistem, mentre la migliore startup è Picosats.

 

Tra i webinar del secondo giorno di fiera quello a cui hanno preso parte Maria Cristina Falvella, Presidente della Fondazione E.Amaldi, Salvo Mizzi, Direttore Fondazione ENEA Tech, e Gian Paolo Manzella, Sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico, secondo il quale “la visione strategica tradizionale dello Spazio lo collocava come settore pubblico, oggetto delle azioni geopolitiche internazionali. Si apre ora questo nuovo scenario, rappresentato dalla New Space Economy, che cambia radicalmente il paradigma e trasforma lo Spazio in un settore di grande interesse economico e finanziario. L’Italia è chiamata a portare il suo sistema produttivo in quest’area strategica, in cui dovremo essere fortemente presenti già dal prossimo futuro, ed è in questa direzione che l’UE ha già tracciato il precorso dei prossimi anni, indicando uno scenario di azione che non è solo “fisico” ma fatto di connessione fra grandi aziende, PMI, startup ed istituzioni che collaborino a progetti comuni”.

 

 

Nel Panel anche Gianluca Dettori, Chairman di Primomiglio, ed Enrico Resmini, Amministratore Delegato di CDP Venture Capital Sgr – Fondo Nazionale Innovazione, secondo cui “la Space economy è un settore di grande interesse per il Fondo Nazionale Innovazione, uno dei primissimi investimenti che abbiamo finalizzato è stato proprio quello in Primo Space Fund e in generale siamo molto orientati verso startup “deep-tech” che vanno verso una nuova frontiera tecnologica. La Space Economy aggiunge al già grande know-how dell’economia spaziale cosiddetta tradizionale, il valore delle nuove idee e dei processi veloci e innovativi delle startup, che vanno sostenute nei loro processi di crescita con adeguati programmi di sostegno”.

 

 

Fra gli eventi di rilievo che hanno connotato la seconda giornata di lavori dell’NSEExpoforum, il Webinar Finance for Space Tech Scaleups, organizzato da SpaceUp con Eleonora Lombardi, Industrial Policy and Technology Transfer Manager di Fondazione E. Amaldi, Domenico Nesci Partner di LVenture Group, Marta Patricia Aparicio y Montesinos Founder e Managing Director di SpaceUp e Gianmarco Carnovale, Presidente Roma Start-up.

 

 

Lo Space si farà spazio anche nell’ambito dell’Expo Dubai 2021, e la Regione Lazio, con CamCom Roma e UnionCamere Lazio, ha curato un panel che proietta “Il Lazio verso Dubai, Focus su Aerospazio e Space Economy” a cui hanno preso parte Donatella Piccione International Area Manager – Lazio Innova, Quirino Briganti Responsabile Expo 2020 Dubai, Mauro Marzocchi Segretario Generale della Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi Uniti

 

 

 

Leggi anche

roma 1
milano 1
genova
bologna
roma 2
milano 2
torino
misto 1
roma 3
milano 3
misto 2
roma 4
milano 4
misto
bari
UCB
Gilead
Baglioni
ibsa
jefferson
Masmec
fujifilm

I più letti