CDP3Advertisement
CDP4Advertisement
WBF

Trump torna online con 45office.com

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Aboca banner articolo

“Uno dei siti web più stravaganti”, è uno dei commenti meno corrosivi per 45office.com, il portale lanciato nelle ultime ore dall’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Una piattaforma per la controcultura secondo Trump, un sito-vetrina con l’elenco del contributo fornito dallo stesso Trump nei quattro anni di presidenza. Ovviamente, come ha fatto notare anche il quotidiano britannico The Independent, non c’è alcun accenno alla serie di scandali che hanno avvolto l’amministrazione Trump durante la presidenza: dagli scandali alle indagini per corruzione, al rischio impeachment sventato in due occasioni, sino all’invito alla rivolta di Capitol Hill, l’ultimo attacco alle istituzioni democratiche, a inizio gennaio. Così come è assente la notizia, recente, dei poliziotti che hanno citato in giudizio Trump per l’assalto al Campidoglio, con richiesta danni da 75 mila dollari per lesioni fisiche ed emotive, oltre a insulti razzisti subiti dai partecipanti nel golpe alla democrazia che ha visto protagonista in veste di sobillatore l’ex presidente-tycoon.

In apertura di 45office.com c’è una carrellata di immagini di Trump in vari frame del suo mandato alla White House, compreso l’incontro con Kim Jong-un. Il sito, oltre a magnificare le gesta di Trump e del suo programma America First alla Casa Bianca, esaltando anche la gestione della pandemia, presenta anche l’ex first lady, Melania, sottolineando il suo lavoro in ospedali, strutture di assistenza e l’interesse verso i minori con il programma BE BEST. Il portale lanciato dall’ex presidente, secondo gli osservatori americani, fornirà una sponda per il lancio della nuova candidatura alla presidenza di Trump nel 2024, alla fine del primo mandato per Joe Biden, che nelle scorse settimane aveva fatto sapere di mirare alla ricandidatura.

In ogni caso, i seguaci di Trump hanno parecchio festeggiato il suo ritorno, dopo il bando in serie avvenuto su Facebook, Snapchat, TikTok, Instagram, YouTube, Twitter e Twitch e dopo la chiusura di altri siti negazionisti, come Parler, su cui si erano assiepati tantissimi estimatori delle politiche di Trump. Per i discepoli di The Donald c’è anche l’opzione – cliccando su Contact Us – di chiedere un appuntamento con Trump e Melania, oppure invitarli a un evento. Ma, compilando un form, anche ricevere direttamente da Trump gli auguri per battesimi, nozze, compleanni, anniversari e anche le condoglianze funebri. Sebbene gli indicatori non abbiano ancora fornito una stima degli accessi al portale, lo staff di Trump segnala che il portale sarebbe già un successo.

Secondo il portavoce della campagna 2020, Jason Miller, Trump si farà vivo sulla piattaforma tra qualche settimana. Insomma, mancano oltre tre anni al voto americano ma Trump si prepara per la sua personale resa dei conti, con gli Stati Uniti e con Biden. Per tenere alta la temperatura, arriva un contributo anche dal figlio di Biden, Hunter, che nel suo libro definisce Trump “un uomo vile con una missione vile”.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.