Consiglio di Stato boccia assegnazione a Tim fornitura Consip

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Enel 2022

Il Consiglio di Stato ha bocciato l’assegnazione a Tim della fornitura a Consip, la società che gestisce gli acquisti per la pubblica amministrazione, di prodotti e servizi per la realizzazione, manutenzione e gestione di reti locali, suddivisa in 4 lotti territoriali, per un massimale complessivo pari a euro 190.000.000,00. Il ricorso era stato presentato da Vodafone che aveva contestato il risultato della gara, svoltasi nel 2019, a cui aveva partecipato insieme a Converge, un gruppo fornitore di tecnologie informatiche.

Lo si legge nella sentenza pubblicata oggi, redatta dal giudice Federico Di Matteo, in cui si ricorda che in primo grado l’esito era stato favorevole alla società affidata a Luigi Gubitosi.

A Telecom, che si era aggiudicata tutti i quattro lotti della fornitura è stato contestato di aver inserito nel progetto alcuni servizi, come la gestione di un sistema sicuro di gestione della posta elettronica, che la società aveva però dismesso prima ancora della conclusione della gara. Un comportamento non biasimato dal Tar. Ora, invece, i magistrati di appello hanno stabilito che Tim “confermando la propria offerta quando il prodotto era già stato ritirato dal commercio, ha omesso informazioni dovute ai fini del corretto svolgimento della procedura di selezione, e, comunque, ha reso una dichiarazione fuorviante suscettibile di influenzare le decisioni sull’esclusione”.

Il consiglio di Stato ha anche dato ragione a Vodafone che contestava il punteggio inferiore dato al proprio progetto.

Leggi anche

BITPANDA
INFRATEL

Ultim'ora

Fortune Italia
ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.

Fortune Italia