Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement
pfizer

Philip Morris acquisisce Vectura Group

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Philip Morris

Philip Morris International fa shopping nel pharma, con l’acquisizione di Vectura Group plc. Una mossa che accelera la strategia di Philip Morris International verso il business oltre la nicotina ed espande lo sviluppo della sua catena produttiva nel campo delle terapie da inalazione.

PMI ha siglato infatti accordo con il board di Vectura sui termini economici di un’offerta per acquisire Vectura per un valore societario pari a 852 milioni di sterline (circa 1,2 miliardi di dollari statunitensi). Secondo i termini dell’acquisizione, gli azionisti di Vectura avrebbero diritto a ricevere 150 pence per azione, con un rialzo del 46% rispetto alla quotazione di Vectura pre-dividendo di 103 pence registrata il 25 maggio scorso.

“La strategia Beyond Nicotine di PMI, annunciata a febbraio, esprime la chiara ambizione di valorizzare la nostra esperienza nell’inalazione e nell’aerosolizzazione anche in campi diversi, tra cui la somministrazione di farmaci per via respiratoria e il selfcare wellness, con l’obiettivo di raggiungere almeno 1 miliardo di dollari di ricavi netti entro il 2025“, ha dichiarato Jacek Olczak, Chief Executive Officer.

“L’acquisizione di Vectura, a seguito dell’accordo recentemente annunciato per l’acquisizione di Fertin Pharma, ci permetterà di accelerare questo percorso, ampliando le nostre capacità nelle formulazioni innovative di prodotti per via inalatoria e orale, al fine di assicurare crescita nel lungo periodo e ritorni economici”.

Il mercato delle terapie per via inalatoria “è ampio e in rapida crescita – aggiunge – con un significativo potenziale di espansione in nuove aree di applicazione. Insieme, PMI e Vectura possono guidare questa categoria globale, portando benefici ai pazienti, ai consumatori, alla salute pubblica e a tutta la società”.

Vectura fornisce infatti soluzioni innovative per la somministrazione di farmaci per via inalatoria. L’azienda ha tredici prodotti chiave per via inalatoria e undici per via non inalatoria commercializzati da importanti partner farmaceutici globali, oltre a un portafoglio diversificato di partnership per farmaci in sviluppo clinico. Nel 2020, Vectura ha generato un fatturato netto di 191 milioni di sterline (circa 245 milioni di dollari statunitensi). Il valore della transazione rappresenta un multiplo di circa 14 volte l’ebitda 2020 di Vectura.

Nel febbraio di quest’anno, Philip Morris ha annunciato l’obiettivo di generare entro il 2025 più del 50% dei ricavi netti totali da prodotti senza combustione e di arrivare ad almeno 1 miliardo di dollari di ricavi netti dai prodotti “Beyond Nicotine”.

“Siamo entusiasti dell’annuncio di oggi e della prospettiva che Vectura si unisca alla famiglia PMI come business unit autonoma, formando la spina dorsale della nostra attività dedicata alle terapie inalatorie ‘Beyond Nicotine'”, ha detto Jorge Insuasty, Chief Life Sciences Officer. “L’acquisizione proposta accelererà significativamente i nostri sforzi di sviluppo in questo settore. PMI e Vectura avranno l’opportunità di intraprendere insieme lo sviluppo e l’eventuale commercializzazione di combinazioni innovative di farmaci inalabili e dispositivi”.

PMI fa sapere inoltre di considerare la presenza e la continuità del team di gestione di Vectura come “una parte cruciale del valore dell’azienda e degli ambiziosi obiettivi strategici a lungo termine”. Philip Morris finanzierà la transazione con la liquidità esistente e prevede di chiuderla nella seconda metà del 2021, in seguito al voto degli azionisti e all’approvazione delle autorità di regolamentazione competenti.

pfizer health
asso
Milteny Banner 1
Milteny Banner 2

Leggi anche

I più letti