WBF

Fisco, per prima volta le controversie tributarie sotto quota 300mila

Aboca banner articolo

Per la prima volta le controversie tributarie pendenti al 30 giugno 2021 scendono sotto quota 300 mila unità attestandosi a 297.458, si tratta di una diminuzione che risulta del 16,62% rispetto al 30 giugno 2020 e al 13,95% rispetto al 31 dicembre 2020. Lo rende noto il Ministero dell’Economia e delle finanze nel Rapporto trimestrale sul contenzioso tributario di aprile-giugno 2021.

Le nuove controversie instaurate in entrambi i gradi di giudizio sono aumentate del 6,11% nel secondo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020 a 37.442 mentre le controversie definite, pari a 54.136, sottolinea il Rapporto, “registrano un aumento tendenziale del 139,88% ed evidenziano una forte ripresa dell’attività giudicante con valori in linea con quelli del 2019, anno nel quale non era in vigore la normativa emergenziale Covid-19”. In dettaglio, i ricorsi presentati presso le Commissioni tributarie provinciali (CTP) sono stati pari a 25.558, in aumento dello 0,75%; le definizioni, pari a 37.983, hanno registrato un aumento del 146,43%. Nelle Commissioni tributarie regionali (CTR), gli appelli pervenuti nel medesimo periodo, pari a 11.884, sono risultati in aumento del 19,82%; le definizioni, pari a 16.153 provvedimenti, sono aumentate del 125,76%.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.