POSTE header

Massi (C.Conti): Aprire a tutti il controllo sulle spese del Pnrr

Teva banner articolo
Aboca banner articolo

Come è possibile fare in modo che la pubblica amministrazione spenda bene le gigantesche risorse in arrivo con il Pnrr? Risponde Franco Massi, magistrato contabile e segretario generale della Corte dei conti.

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di novembre 2021.

CAPIRE DOVE VANNO A FINIRE le risorse che arrivano dalle tasse. Monitorare la spesa, comprenderla, e denunciare gli sprechi e la cattiva gestione, quando ci sono. Come? Accedendo al bilancio dello Stato con un click alla portata di tutti, entrando nel sistema informativo (quello gestito dalla Sogei per conto del ministero dell’Economia e delle finanze) per verificare quanti soldi pubblici vengono ricevuti da qualsiasi partita Iva o da qualsiasi codice fiscale. Un vero e proprio “controllo sociale diffuso”.

Non è una provocazione ma una proposta operativa, e tecnicamente praticabile da subito, quella che arriva da Franco Massi, un passato di 17 anni in Guardia di Finanza, magistrato contabile da 24 e attuale segretario generale della Corte dei conti. Le risorse in arrivo con il Pnrr sono una grande opportunità ma comportano anche la necessità di un controllo talmente ampio e capillare che non può essere ricondotto soltanto agli organi istituzionalmente preposti, cioè la Corte stessa, la Ragioneria generale dello Stato e la Guardia di finanza. Per questo è necessario che il controllo sia anche una responsabilità condivisa con l’intera platea dei contribuenti onesti. Arriva a questa conclusione l’analisi del magistrato contabile, profondo conoscitore della macchina pubblica.

SPENDERE E CONTROLLARE MEGLIO

La premessa di Massi è che parla a titolo personale, senza voler impegnare formalmente la Corte dei conti. Subito dopo, il ragionamento diventa molto concreto. “Occorre imparare a spendere meglio, cioè in maniera più efficace, più efficiente, ma anche più veloce”. Il fattore tempo ha un peso specifico significativo, soprattutto in questa fase. “Allungare le procedure per far sì che l’azione amministrativa sia perfetta da ogni punto di vista, in un’ottica macroeconomica non sempre premia il sistema-Paese, perché ritardare la realizzazione degli interventi pubblici spesso crea più distonie che vantaggi”.

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di novembre 2021. Ci si può abbonare al magazine di Fortune Italia a questo link: potrete scegliere tra la versione cartacea, quella digitale oppure entrambe. Qui invece si possono acquistare i singoli numeri della rivista in versione digitale.

Immagine Courtesy Corte dei Conti – https://www.corteconti.it

cinema 2
ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Leggi anche

cinema 2
ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.