CDP3Advertisement
CDP4Advertisement
WBF

Oltre 400.000 dollari di crypto donazioni in 24 ore per l’esercito ucraino

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Aboca banner articolo

Crypto donazioni a sostegno dell’esercito ucraino per aiutarlo a fronteggiare le forze russe entrate nel Paese.

‘Come back alive’, un’organizzazione non governativa ucraina che raccoglie crypto fondi, ha ricevuto nel corso dell’ultima giornata token digitali per un valore di oltre 400.000 dollari, secondo una ricerca della società di blockchain e analisi crittografica Elliptic. L’importo medio donato è intorno ai 1.000-2.000 dollari e il gruppo ha ricevuto almeno 317 donazioni individuali negli ultimi due giorni.

Le donazioni in arrivo “non si fermano” e l’azienda prevede che il numero aumenterà entro domani,  spiega a Fortune Jess Symington, head of research di Elliptic. I gruppi pro-Ucraina e le comunità pro-crypto su piattaforme di social media come Twitter e Facebook hanno contribuito alla recente ondata di donazioni, dice.

Tuttavia, le persone che donano criptovalute per supportare gli sforzi pro-Ucraina non si sono limitate agli ultimi giorni. Secondo un rapporto dell’8 febbraio di Elliptic, Ong e gruppi di volontari che utilizzano il crowdfunding crittograficocrypto per aiutare lo sforzo bellico del paese contro la Russia hanno raccolto oltre 570.000 dollari nell’ultimo anno, che sono andati all’esercito ucraino, ai cyber attivisti e ad altri gruppi.

L’ondata di donazioni in criptovalute significa che le risorse digitali sono “diventate un importante metodo di finanziamento alternativo, consentendo ai donatori internazionali di aggirare le istituzioni finanziarie che stanno bloccando i pagamenti a questi gruppi”, ha scritto Elliptic nello stesso rapporto di febbraio.

Nel 2014, dopo che la Russia ha annesso una parte della Crimea – quello che allora era un territorio ucraino con una popolazione a maggioranza russa – i gruppi filo-russi e filo-ucraini hanno entrambi promosso campagne di crowdfunding crittografico, ma i fondi che hanno raccolto non sono stati significativi, afferma Symington.

Da allora, l’adozione delle criptovalute è aumentata in Ucraina e Russia. Oggi, l’Ucraina è una delle principali giurisdizioni mondiali per le criptovalute. Il Paese è al quarto posto al mondo per adozione, con 8 miliardi di dollari che entrano e escono dal Paese ogni anno, secondo un rapporto di ottobre 2021 della società di dati blockchain Chainalysis.

La scorsa settimana il governo ucraino ha anche approvato un disegno di legge per legalizzare le criptovalute, il primo passo verso la regolamentazione e la gestione degli asset digitali.

I prezzi delle criptovalute sono crollati nelle ultime due settimane a causa dei timori di un’invasione russa dell’Ucraina; il mercato ha perso 150 miliardi di dollari di valore da quando Putin ha ordinato alle forze russe di invadere l’Ucraina giovedì.

Mercoledì, il ministero della Difesa ucraino ha aperto un conto bancario destinato ad accettare donazioni per le sue truppe. Tuttavia, il ministero ha spiegato di poterricevere solo valuta legale e non è in grado di accettare donazioni in criptovalute e tramite altri sistemi di pagamento, come PayPal.

L’articolo originale è su Fortune.com

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF
A2A

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.