WBF

Crisi alimentare e climatica: una camminata per il futuro del pianeta

Michael Haddad
Aboca banner articolo

“La crisi alimentare e la profonda emergenza climatica che minacciano la nostra vita su questo pianeta possono portare all’impotenza. Ma con la solidarietà di tutti possiamo continuare a nutrire speranza nel futuro”. A dirlo è Michael Haddad – giovane attivista ambientale libanese, paraplegico dall’età di 6 anni e capace di muoversi solo grazie ad un esoscheletro – che camminerà fino allo Svalbard Global Seed Vault, una struttura che conserva i duplicati delle sementi custodite nelle banche genetiche di tutto il mondo per salvaguardare la diversità delle culture. La cornice di questa iniziativa è l’Arctic Walk for Climate Resilience and Food Security, una camminata tra i ghiacci dell’Artico (più precisamente le Isole Svalbard) che si stanno sciogliendo.

Haddad è paralizzato dall’eta’ di 6 anni, a causa di un pauroso incidente con la moto d’acqua. Da allora è rimasto bloccato su una sedia a rotelle, ma dopo mesi di allenamento, grazie a una tenacia straordinaria e a una tecnica ideata da lui stesso (‘Step-to-Gait’) è riuscito a mettersi in piedi e, con l’aiuto di un esoscheletro e un paio di stampelle, ora riesce a muoversi.

Il giovane attivista si propone di consegnare il cosiddetto ‘involucro della speranza’ – un pacchetto che contiene sementi provenienti da 12 Paesi arabi (Algeria, Egitto, Iraq, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Oman, Palestina, Siria, Tunisia e Yemen) – affinché venga conservato nel caveau della struttura assieme ad un seme simbolico, un’edizione in miniatura del libro di Papa Francesco ‘Perché avete paura? Non avete ancora fede’. Il libro documenta lo straordinario momento di preghiera presieduto dal Pontefice nel marzo 2020 al culmine della pandemia da Covid-19. È stato stampato in molte lingue e distribuito in tutto il mondo ma la copia in miniatura di Haddad fa parte di un’edizione limitata, benedetta dallo stesso Papa Francesco in un’occasione speciale organizzata dall’Institute for Global Dialogue and Culture of Encounter.

Grazie all’aiuto della Fao e dell’Icarda (l’International Center for Agricultural Research in the Dry Areas) Haddad ha ricevuto i pacchetti di sementi contenenti i semi selvatici di grano, orzo, lenticchie, ceci ed altri legumi. “Provengo dalla regione araba che dipende dalle importazioni per la maggior parte del suo cibo e dove le temperature stanno aumentando più velocemente della media globale: camminerò nelle isole Svalbard per invitare tutti ad agire con determinazione, ambizione e urgenza per scongiurare la crisi climatica e garantire la nostra sicurezza alimentare collettiva, entrambi capisaldi della sicurezza umana” ha affermato l’attivista libanese poco prima di partire”.

Maria Cristina Finucci
Maria Cristina Finucci – architetto, artista, attivista ambientale, presidente dello Stato delle Isole di plastica

Haddad non è solo in questa iniziativa. Con lui ci sono anche due italiani, Pietro Sebastiani – già direttore generale della cooperazione italiana allo sviluppo e rappresentante permanente d’Italia presso Fao/Ifad/Wfp e Unesco – e Maria Cristina Finucci – architetto, artista, attivista ambientale, presidente dello Stato delle Isole di plastica, lo Stato il cui ‘territorio’ ha la più grande estensione al mondo, ‘riconosciuto’ dall’Unesco l’11 aprile del 2013. In occasione dell’8 giugno, Giornata Mondiale degli Oceani, Finucci ha prelevato dei campioni di ghiaccio in vari punti del territorio e dell’Oceano artico per conto del Dipartimento delle scienze Fisiche e dell’Ambiente dell’Università di Siena, diretto dalla prof.ssa Cristina Fossi. Nella sua visione l’artista deve avere una forte responsabilità sociale per dare voce e un volto attraverso l’arte a tanti problemi che affliggono il pianeta e i suoi abitanti, specie i piu’ fragili e invisibili.

 

 

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.