WBF

La finanza spiegata su TikTok

Aboca banner articolo

In un video che ha spopolato su TikTok con 14,5 milioni di visualizzazioni, Humphrey Yang veste i panni di un padre che regala al figlio un iPhone 13 a condizione che glielo restituisca entro un anno.

Il figlio (interpretato sempre da Yang), senza tanto rammarico, spiega che non sarebbe un problema: potrebbe vendere il telefono per 1.000 dollari e aspettare che Apple rilasci un nuovo modello entro l’anno. Questo farebbe probabilmente scendere il prezzo dell’iPhone 13 a 600 dollari e a quel punto, acquistarlo gli frutterebbe un profitto di 400 dollari.

Dopo un anno il padre chiede indietro il telefono. Il figlio lo restituisce e gli confessa il suo piano.

“Quindi ci hai ricavato!” si congratula il padre. La risposta del figlio arriva puntuale. “Ti ho appena mostrato cos’è lo shorting di un titolo. Prendi in prestito una quota di un’azione e quando si tratta di restituirla, se puoi riacquistarla a un prezzo inferiore, realizzi un profitto. In caso contrario, subirai una perdita”.

Yang è consapevole del fatto che lo shorting su un titolo possa essere un concetto difficile da comprendere, ha detto in un’intervista rilasciata a Fortune. Ed è per questo che, attraverso il suo video su TikTok, ha utilizzato una “semplice analogia”.

Il suo approccio di semplice analogia applicata all’educazione finanziaria ha riscosso un enorme successo su TikTok, facendogli raggiungere i 3,3 milioni di follower. Sebbene l’app non fornisca dati demografici chiari sui followers, quasi la metà degli utenti di TikTok ha meno di 30 anni. E uno screenshot dell’analisi di YouTube fornito da Yang a Fortune mostra che oltre il 75% degli spettatori dei video di YouTube in forma abbreviata di Yang ha meno di 34 anni.

La sua popolarità sui social media spiega in parte perché Yang sia la fonte di consulenza finanziaria più affidabile tra la Generazione Z, come rilevato da un recente sondaggio sulle preferenze dei consumatori. Boomers e Gen X, con un ampio margine, si fidano di più di Warren Buffett. Ma per la Gen Z, il CEO di Berkshire Hathaway è sceso al quarto posto.

Considerando l’affinità della Gen Z con TikTok, il suo successo ha senso, ma è comunque un po’ sorprendente. Buffett, 91 anni, è uno degli investitori più esperti al mondo, noto per i suoi modi frugali e un patrimonio netto di 103 miliardi di dollari. Yang, d’altra parte, è un 34enne con una laurea in finanza che ha trascorso un anno come consulente finanziario presso Merrill Lynch e cinque mesi come stagista presso una banca d’affari di Palo Alto. È poi passato alla gestione delle operazioni per un’app mobile e ha co-fondato ‘Custom Maps’, una società che realizza mappe personalizzate, prima di approdare finalmente su YouTube nel 2019.

Laddove Buffett offre concetti chiave, Yang offre scenette filmate e montate nel suo appartamento nella Bay Area. Fortune ha parlato con Yang di come sia riuscito ad attirare l’attenzione della Generazione Z. La risposta, secondo lui, sta proprio nella sua capacità di scomporre e demistificare argomenti finanziari di una certa complessità.

L’ingrediente segreto per diventare un influencer di finanza personale 

Yang ha cominciato a pubblicare i suoi video su YouTube dopo aver realizzato che sarebbe diventato il punto di riferimento dei suoi amici per i consigli finanziari, immaginando che avrebbe potuto raggiungere più persone, ma senza mai prevedere quanto successo avrebbe in effetti riscosso.

Dopo YouTube, è sbarcato su TikTok. E cercando gli hashtag di finanza personale, ha raccontato, non ha trovato quasi nessun video. “L’ho preso come un segno. Ho pensato, ‘forse posso essere la prima persona a farlo.’

Tra settembre 2019 e settembre 2020, Yang ha realizzato un video ogni singolo giorno. Sebbene mantenga tutt’ora una presenza su YouTube e Instagram, le sue energie sono ormai concentrate sul proprio account TikTok da quasi due anni.

Yang è rimasto coerente nel suo approccio, semplificando argomenti finanziari con video rapidi e di facile fruizione. È importante che i video siano rapidi perché l’attenzione di uno spettatore non dura a lungo.

“Il mondo della finanza sembra una scatola nera per molte persone”, ha detto. “Ci sono così tanti termini tecnici e anche in TV, quando se ne parla, le cose non sono mai esplicative o facili da guardare. Le persone non vogliono guardare grafici su grafici”.

Ciò che manca, secondo Yang, è l’accessibilità e una rampa di accesso all’argomento che non spaventi le persone.

Colmare il divario di conoscenza finanziaria

L’obiettivo di Yang ha un impatto sulle persone e le incoraggia a prendere il controllo delle proprie finanze. Capisce l’esitazione delle persone nei confronti degli investimenti; Yang stesso non ha fatto il suo primo investimento fino all’età di 25 anni.

“Ero spaventato!” ricorda. “Non mi fidavo ancora nemmeno di me stesso. Ho amici molto intelligenti sulla trentina, che lavorano nella tecnologia, e anche loro sono riluttanti a investire perché temono di non saperne abbastanza. Questo divario di conoscenza deve essere colmato”.

Ma Yang, per sua stessa ammissione, ha molta strada da fare per portare a termine questa missione. Le persone hanno ancora scarsa fiducia nei consulenti finanziari e nei guru della finanza personale, e pensano a quanto possano essere predatorie le società di credito e i tassi di interesse.

Agli occhi di Yang, non tutti gli influencer finanziari hanno a cuore il miglior interesse dello spettatore. Scettico nei confronti di coloro che cercano di vendere corsi di trading, Yang afferma di essere più interessato a educare sulla finanza personale al punto in cui gli spettatori si sentono a proprio agio nell’investire per se stessi.

“Se volessi denaro veloce, venderei un corso promettendo una certa somma di denaro in 30 giorni, ma semplicemente non credo in queste cose”.

Ricorda una volta in cui stava pranzando in un ristorante quando due ventenni gli si avvicinarono e gli dissero che i suoi video li avevano incoraggiati a iniziare a contribuire a un Roth IRA e fare investimenti.

“Il fatto che abbiano guardato qualcosa di mio e poi siano stati ispirati a fare qualcosa per se stessi, credo sia il mio obiettivo finale”.

“Sono un millennial; Non ho mai avuto accesso a questo genere di cose. Non sapevo cosa fosse un mutuo fino all’età di 23 anni. Ma la Gen Z, oggi, lo sa. Ed è un grande vantaggio.

L’articolo originale è disponibile su Fortune.com

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.