POSTE header

Hyperloop in Puglia, Bibop Gresta: Si riparte dal sud | VIDEO

Bibop Gresta hyperloop fortune italia
Teva banner articolo
Aboca banner articolo

Immaginate di prendere una capsula piena di persone, senza attrito, che vi porta da un punto all’altro a quasi la velocità del suono, utilizzando una piccola frazione di energia. Bibop Gresta, co-fondatore di HyperloopTT e fondatore di Hyperloop Italia spiega al Strategy Innovation Forum di Venezia il treno a levitazione magnetica. Si tratta di una nuova frontiera, innovativa e sostenibile, per la mobilità.

Nel 2013 Elon Musk aveva pubblicato il progetto rivoluzionario White Paper, anticipando una soluzione al tema dei trasporti grazie all’Hyperloop. La società, fondata nello stesso anno da Gresta insieme ad alcuni partner, è stata la prima ad aver iniziato il progetto utilizzando il modello di crowdsourcing, ovvero attraverso lo sviluppo collettivo proveniente da ogni parte del mondo.

hyperloop fortune italia

Si parla da anni di treni ad alta velocità. In questo momento c’è allo studio un progetto di fattibilità per il progetto Hyperloop in Puglia. Si riparte dal sud?

Sì, finalmente. È stata una mia grande scommessa quella di guardare al meridione in una maniera completamente nuova. Immaginate se potessimo riconnettere il sud al nord in meno di un’ora. Non stiamo parlando di fantascienza. Stiamo parlando di una tecnologia, e non di un treno, che si chiama Hyperloop. Si conta di rivoluzionare le distanze, accorciandole, ma in maniera efficiente e, quindi, non avendo tutta una serie di problemi che hanno le altre tecnologie di alta velocità, e siamo a buonissimo punto. È una cosa storica, perché finalmente la Puglia con Mims e, per la prima volta Ferrovie Italiane, hanno deciso di investire in uno studio di fattibilità per realizzare una linea Hyperloop al sud e in particolare in Puglia. Il Veneto è stato il progetto pilota. È anche il motivo per cui ho aperto Hyperloop Italia ed è stato veramente vincente. La regione ha deciso di fare un bando di gara per realizzare una linea Hyperloop di 800 milioni e per certificare la tecnologia in Italia.

hyperloop

Ancora oggi ci sono delle differenze tra nord e sud importanti dal punto di vista macroeconomico. Quanto velocizzare i trasporti può portare a un risultare concreto nell’economia e nel lavoro?

Tutto dipende dai trasporti. L’arma segreta dei romani erano le strade, non l’esercito. Avere un sistema efficiente e sostenibile per collegare meglio l’Italia permetterebbe di realizzare una visione industriale italiana completa. Per noi la visione di Hyperloop è a lungo termine. Stiamo passando a 21 linee che potrebbero lanciare l’Italia nel mondo come il primo Paese a realizzare il sistema più efficiente mai costruito.

Siamo in piena campagna elettorale, cosa si sente di chiedere al nuovo esecutivo, quale che sia il nuovo colore politico, per accelerare questa trasformazione?

Chiedo di guardare al futuro, ma con un approccio al presente. Noi abbiamo una tecnologia che non ha bisogno di sussidi. È profittevole e può recuperare l’intero investimento e, soprattutto, non depaupera le risorse del territorio. Viene costruita con materiali riciclabili, che possiamo vedere in un approccio che non deve essere quello di togliere risorse dal pianeta, ma che può dare più energia di quella che consuma, attraverso energie rinnovabili che installiamo sopra e di fianco l’infrastruttura. Semplicemente utilizziamo le tecnologie del XXI secolo costruendo un sistema di trasporto nel XXI secolo.

cinema 2
ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Leggi anche

cinema 2
ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.