GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

Musica con Vista: al via il festival itinerante di musica classica open air

Trae ispirazione dal ‘grand tour’ settecentesco. E’ il festival ‘Musica con Vista’ che giunge alla sua quarta edizione, ed è il primo festival nazionale di musica classica open air itinerante fra i luoghi più suggestivi del Paese, che erano appunto le tappe preferite dei nobili europei in visita in Italia nei secoli scorsi.

Da Trento a Palermo, saranno 40 le tappe di questo viaggio musicale alla scoperta della bellezza e dei tesori nascosti della Penisola, con concerti organizzati da 19 tra i maggiori enti storici concertistici italiani, che fanno parte del Comitato Amur. Sono le tappe di un viaggio musicale nei giardini, chiostri e cortili di dimore storiche, fulcro del patrimonio e dell’identità culturale del nostro Paese.

“Con Musica con Vista si arriva ai luoghi meno noti attraverso il suono e definendo una nuova mappa inconsueta della visita dell’Italia” ha commentato Ivana Jelinic presidente e ceo Enit, in occasione della presentazione dell’iniziativa, ed ha aggiunto “Per sviluppare input di viaggio la musica ha un grande potere espansivo e propulsivo soprattutto con un festival di musica in spazi inattesi, per segnare un nuovo sguardo non convenzionale al viaggio”. La propensione è a orientare il desiderio di conoscere l’Italia da angolazioni in cui la musica diventa, nella visione della Jelinic, “un agente di viaggio inaspettato che porta nei suoi habitat migliori per offrire spunti e aiutare a cogliere aspetti maggiormente interessanti e non considerati dello spazio. I luoghi della musica e la sua localizzazione vengono in supporto per comprendere e amplificare il valore dell’esperienza che chiamiamo viaggio”.

Il ciclo di 40 eventi che compongono il programma di Musica con Vista parte da Bergamo il 27 maggio a Palazzo Moroni, con un concerto che fa parte del programma ufficiale della Capitale italiana della cultura ‘Bergamo Brescia 2023’, e si concluderà a Roma il 30 settembre.

“Con ‘Musica con Vista’ non solo si valorizza il talento di artisti e la musica da camera ma anche il patrimonio culturale” ha dichiarato Ilaria Buitoni Borletti Vicepresidente Nazionale FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano, aggiungendo che “essere a palazzo Moroni  in occasione di Bergamo Brescia 2023 – Capitale Italiana della Cultura è un’occasione straordinaria che unisce linguaggi culturali fondamentali per il nostro Paese in un unica iniziativa che li rappresenta promossa da una sempre più significativa rete di istituzioni musicali”.

Sarà la musica dei migliori giovani musicisti italiani e internazionali la guida ideale che porterà a conoscere borghi, dimore storiche, parchi e siti culturali, con degustazioni, escursioni, passeggiate e gite in bicicletta,  con la preziosa collaborazione di associazione dimore Storiche Italiane, Fai Fondo per l’ambiente italiano, Touring Club Italiano, Museimprese, fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, Garden Route Italia.

Un momento della conferenza stampa di presentazione di Musica con Vista @Photocredit: Raffaele Marino

Musica con Vista è promosso dal Comitato Amur insieme con l’impresa culturale creativa Le Dimore del Quartetto, e punta sullo sviluppo di un turismo lento, appassionato e curioso. Gli intenti, anche grazie ai biglietti a prezzi accessibili a tutti, sono di avvicinare un pubblico eterogeneo alla scoperta di un’Italia nascosta,  sostenere la nuova generazione di giovani talenti della musica classica, sviluppare un sistema nazionale in cui la Cultura sia motore per lo sviluppo sostenibile del Paese. Il festival crea così un ecosistema composto da operatori culturali, enti che preservano il patrimonio storico e comunità locali, all’interno del quale risorse e bisogni interagiscono in un’economia circolare. I concerti, disseminati sul territorio italiano e accompagnati da attività collaterali legate al patrimonio artistico valorizzano le aree decentrate e attivano le associazioni e gli artigiani locali, in un’ottica di turismo di prossimità che garantisce la sostenibilità locale del progetto e la sua replicabilità in territori diversi.

“A volte per fare cose straordinarie è sufficiente valorizzare e rendere fruibile ciò che abbiamo sotto i nostri occhi. Il festival rappresenta l’Italia nei suoi aspetti migliori: cultura, musica, patrimonio, pubblico e privato fanno rete per offrire un’estate straordinaria ed emozionante accessibile a tutti” – così sostiene Francesca Moncada, Presidente Comitato Amur e Presidente e fondatrice de Le Dimore del Quartetto – “Crediamo nella forza della collaborazione dell’integrazione, con i grandi sponsor e i partner locali; pensiamo alla musica come ad un’esperienza iconicamente inclusiva, di pubblico, di talenti, geografie. La bellezza è per noi la cifra estetica di un ben pensare e quindi di un ben fare. I sensi sono potenti: sanno cogliere la verità e l’autenticità che si celano dentro all’esperienza. Ispirare, accendere, elevare, allargare, vivificare: questa è l’energia della musica, questa è la nostra energia”.

Musica con Vista è, infatti, più di un festival di musica classica e di scoperta del territorio: è un attivatore che testimonia il lavoro di operatori culturali, turistici e istituzionali che dialogano e si mettono in rete, sviluppando una filiera sostenibile e promuovendo il Sistema Paese.

 

Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.