GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

Aristotele Trap, un’analisi sulla relazione tra educazione finanziaria e musica

Educazione finanziaria: una delle competenze imprescindibili per l’esercizio dei diritti e dei doveri di ogni cittadino. E ancora di più per i giovani, un fattore di consapevolezza nella loro veste di futura classe dirigente del Paese. Da questa premessa fondamentale nasce ‘Aristotele Trap – Sogni, miti, valori e disvalori nella relazione tra giovani e denaro’, il progetto realizzato nell’ambito del secondo anno di collaborazione tra la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio e la Scuola Politica “Vivere nella Comunità”, con l’obiettivo di analizzare la relazione tra l’educazione finanziaria e la musica. 

Il lavoro – che si è tradotto in un pamphlet pubblicato da Fortune Italia – è un’analisi lucida e puntuale, curata dagli studenti della seconda edizione del corso, sulla relazione tra i giovani e il denaro letta attraverso la loro musica di riferimento. ‘Aristotele Trap’ è stato presentato presso le Scuderie di Palazzo Altieri, in via Santo Stefano del Cacco a Roma.

“Quando abbiamo creato la Scuola Politica “Vivere nella Comunità” – spiega Marcello Presicci, co-fondatore della Scuola Politica – ci siamo anche posti l’obiettivo di creare un legame con alcune importanti fondazioni del Paese. Una di queste è proprio la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio. Ho l’onore di presiederne il board. Con loro abbiamo dato vita a questa sinergia con la Scuola, per consentire ai ragazzi di produrre ricerche e analisi e contribuire così in modo empirico alla diffusione di argomenti utili per la comunità”.

Trasmettere ai più giovani competenze di educazione finanziaria non è cosa semplice: la materia risulta infatti ostica per la maggior parte della popolazione italiana. Per parlare in modo accessibile di un tema complesso, la scelta è caduta sulla musica Trap, un sottogenere del rap che si è prestato benissimo allo scopo per la centralità assunta dal tema del denaro nella maggior parte delle canzoni, oltre che per il target di riferimento, costituito perlopiù da giovanissimi. 

Nella musica Trap, infatti, il tema del denaro viene spesso affrontato in modo esplicito e celebrativo: gli artisti descrivono la loro lotta per la ricchezza e il successo, come prova del loro talento e della loro determinazione. Il denaro determina il loro status sociale e consente di raggiungere una posizione che viene spesso ostentata senza ritegno. Qual è il filo conduttore che unisce Aristotele e la Trap? In realtà è proprio nella Grecia classica che si diffonde la moneta coniata e con essa la prima riflessione dell’essere umano sul denaro. Fu proprio Aristotele a organizzare per primo il pensiero sul denaro.   

“È importante che l’educazione finanziaria entri a pieno titolo nell’educazione civica – ha commentato a Fortune Italia il ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi – perché consente alle persone di acquisire tutti gli strumenti culturali che servono per dare il giusto valore al denaro e al modo in cui lo si guadagna. I giovani hanno bisogno di crescere anche nella loro competenza e consapevolezza dal punto di vista finanziario”.

 

Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.