Lilly H
Cerca
Close this search box.

Paniere Tricolore contro l’inflazione, il ministro Urso ringrazia industrie e associazioni che l’hanno siglato

adolfo urso mimit

Dopo mesi di negoziati, le industrie di largo consumo hanno finalmente dato il loro via libera al patto sul trimestre anti-inflazione. Questo accordo mira a offrire una serie di prodotti a prezzi calmierati o ribassati durante il periodo che va dal primo ottobre al 31 dicembre, allo scopo di alleviare la pressione inflazionistica sui consumatori. Questa iniziativa ha visto la convergenza delle associazioni del commercio e della produzione, che presto firmeranno il protocollo definitivo.

Il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha accolto con entusiasmo questa iniziativa, definendola “il colpo definitivo contro l’inflazione”. Durante una videoconferenza con i vertici delle associazioni Unione Italiana Food, Centromarca, Federalimentare e Ibc, Urso ha sottolineato che il “paniere tricolore” sarà una realtà concreta grazie all’unione di tutti gli attori coinvolti.

Le organizzazioni coinvolte hanno presentato una lettera di intenti che è stata accolta positivamente dal ministro. In questa lettera, si impegnano a chiedere alle loro associate di valutare, nel rispetto della libera concorrenza e delle strategie aziendali, l’implementazione di iniziative di politica commerciale volte a contrastare l’inflazione su prodotti specifici.

Anche le associazioni dell’artigianato, tra cui Confartigianato, Cna e Casartigiani, hanno ribadito il loro impegno nella lotta contro l’aumento dei prezzi in una lettera indirizzata al ministro. Tuttavia, le associazioni dei consumatori hanno espresso preoccupazioni, sottolineando di non essere state coinvolte nel patto. Chiedono che il suo andamento sia monitorato da osservatori territoriali e che siano adottate misure strutturali per affrontare il caro-vita.

Il presidente di Centromarca, Francesco Mutti, e il presidente di Ibc, Flavio Ferretti, hanno sottolineato che la lotta all’inflazione e la tutela del potere d’acquisto delle famiglie rappresentano una priorità per l’industria italiana. Paolo Barilla, presidente di Unione Italiana Food, ha dichiarato che faranno la loro parte nei confronti dei consumatori italiani, mentre Paolo Mascarino, presidente di Federalimentare, ha evidenziato gli aumenti significativi subiti dal settore nei costi delle materie prime, degli imballaggi e dell’energia.

In risposta al cambiamento di rotta delle associazioni del largo consumo, i presidenti di Coop, Marco Pedroni, e di Federdistribuzione, Carlo Alberto Buttarelli, hanno espresso soddisfazione per la decisione di aderire al patto, anche se l’hanno definita tardiva. Entrambi auspicano una riduzione dei prezzi al consumo.

Il tempo stringe, con poco più di 20 giorni per definire le iniziative promozionali, che saranno adottate in modo flessibile dalle imprese. Entro il 23 settembre, le associazioni dovranno comunicare le aziende aderenti al “Trimestre anti-inflazione”, riconoscibili dal bollino tricolore con la scritta “Trimestre anti-inflazione” esposto in vetrina. Questo patto rappresenta un tentativo concreto di affrontare l’inflazione e alleviare le pressioni finanziarie sulle famiglie italiane durante il periodo natalizio.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.