Cerca
Close this search box.

Cdp venture capital, ecco i nuovi vertici: Scornajenchi (Ad) e Lambiase (presidente)

cdp venture capital Agostino Scornajenchi (Ad) e Anna Lambiase (presidente)

Alle fine Cdp venture capital Sgr avrà i suoi nuovi vertici. Dopo mesi di attesa, arrivano i nomi per Ad e presidente del Fondo nazionale innovazione di Cdp, che secondo la lista preparata da Cdp e Invitalia saranno Agostino Scornajenchi e Anna Lambiase.

In vista del rinnovo del Consiglio di amministrazione della partecipata Cdp Venture Capital (con la fine del mandato di Enrico Resmini e Francesca Bria), Cdp e Invitalia “stante il vigente patto parasociale”, hanno approvato le designazioni per il Cda, che ora passeranno da Cdp venture capital per la nomina effettiva. Scornajenchi è stato indicato dalla stessa Cassa Depositi e Prestiti, Anna Lambiase da Invitalia, che ha il 30% del fondo.

Chi è Agostino Scornajenchi

Da sottolineare come entrambi i nuovi vertici abbiano esperienza nel mondo della finanza green.

Il nuovo Ad di Cdp venture capital arriva da Terna, dove ha avuto il ruolo di Cfo, ora di Francesco Beccali.

Ad agosto la società della rete elettrica ha comunicato l’uscita di Scornajechi. È stato raggiunto un accordo consensuale di risoluzione del rapporto di lavoro che prevedeva la sua permanenza nel ruolo sino al 31 agosto 2023.

In Terna Scornajenchi è stato Cfo durante un periodo in cui sono arrivate alcune importanti innovazioni finanziarie, che hanno portato all’emissione dei primi Green bond del Gruppo, oltre che al piano di investimenti per la trasformazione energetica e a progetti come il Tyrrhenian Link.

Scornajenchi ha avuto ruoli di rilievo anche in Engie, Sorgenia e Poste Italiane (nel Gruppo ha seguito l’Ipo del 2015).

Dal 2021 è presidente di Andaf, l’associazione nazionale direttori amministrativi e finanziari.

Secondo le ricostruzioni di stampa, quello di Scornajenchi sarebbe il nome proposto da Fratelli d’Italia, mentre un’altra ipotesi era la possibile riconferma di Resmini, che negli scorsi mesi aveva ricevuto parole di apprezzamento dal ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti.

Per la carica di Ad di Cdp Venture capital nei mesi scorsi si era parlato di un altro uomo di Terna: l’ex Ad Stefano Donnarumma, la cui designazione non è poi andata in porto, dando inizio all’impasse di questi mesi sui vertici di Cdp Venture capital.

Chi è Anna Lambiase

Anna Lambiase è consigliere di amministrazione di Invitalia, ma anche Ad di Ir Top Consulting. Esperta di Equity Capital markets, è specializzata in finanza sostenibile per pmi e startup innovative.

Ha fondato nel 2001 a Milano IRtop Consulting, che è una IPO Partner di Borsa Italiana, e che si occupa di consulenza per aziende quotate o vicine alla quotazione.

Ha anche creato l’Osservatorio PMI EGM, centro di analisi di riferimento in Itala per il mercato Euronext Growth Milan, e ha sviluppato PMI Capital, data analytics platform per investitori istituzionali e professionali del listino growth. Si occupa di processi di quotazione, di Investor Reporting ma anche di consulenza ESG. È stata ad esempio socio promotore e investitore della prima Spac green, veicolo di investimento quotato nel 2013.

Insignita del “green award” dal Consolato Britannico, ha sviluppato una competenza specifica sulle Ipo sostenibili, di cui ha tracciato la prima definizione a livello europeo in una sua recente pubblicazione. Ha ricevuto il Premio Internazionale Tecnovisionarie 2022 · “FinTech, le eccellenze al femminile”.

I numeri di Cdp venture capital

Alla Presidente e all’Amministratore Delegato uscenti, Francesca Bria ed Enrico Resmini, “vanno i sentiti ringraziamenti per il grande contributo offerto e i significativi risultati conseguiti dalla società in questi anni per lo sviluppo del tessuto imprenditoriale e dell’innovazione in Italia”, secondo la nota diffusa da via Goito.

Sotto la guida di Resmini e Bria, Cdp venture capital è arrivata a gestire asset per tre miliardi di euro, e negli ultimi anni è diventato uno dei player principali dell’ecosistema dell’innovazione italiano. Il capitale mobilitato tocca il miliardo, mentre sono stati inaugurati 13 fondi diversi, tutti con un campo specifico di azione (dal tech all’agricoltura) con annunci importanti che non si sono fermati neanche in questi 6 mesi di impasse: recentemente sono stati lanciati i poli nazionali dell’agrifood e dello space, ad esempio.

Dalla creatura di Cassa depositi e prestiti passano una buona parte dei round di investimento nelle startup italiane, fondamentali per permetterne la crescita. Non a caso la richiesta di una decisione sui vertici era arrivata a più riprese dalle associazioni italiane di startupper e investitori.

Secondo Giuseppe Donvito, Presidente di Italian Tech Alliance, l’associazione italiana del venture capital, il Fondo nazionale innovazione è stato “un importante sostegno per il consolidamento” dell’ecosistema italiano dell’innovazione, ha detto esprimendo “massima fiducia” ai nuovi vertici di Cdp venture capital. Augurio simile è arrivato anche da Cristina Angelillo, presidente di Innovup, che sottolinea come dal 2019 – anno di avvio del Fondo Nazionale Innovazione – al 2022, gli investimenti da venture capital sono triplicati superando i due miliardi.

Venture capital da 2 mld nel 2022, ma i giganti europei sono ancora lontani

Tutti i nomi del Cda di Cdp Venture capital

Il prossimo cda del fondo nazionale innovazione avrà tanti uomini e donne di Cdp, con 5 esterni. Oltre all’Ad e al presidente, infatti, vanno segnalati anche il presidente di Trenitalia Stefano Cuzzilla, Lorenzo Maternini (rappresentante principale del mondo startup, provenendo da Talent Garden) e l’avvocato Valentina Milani.

Ecco i nominativi indicati da Cdp:

  • Agostino Scornajenchi (Amministratore Delegato)
  • Enrico Canu (Responsabile Investimenti e Gestione Fondi presso CDP Equity)
  • Manuela Sabbatini (direttore internal audit Cdp)
  • Lorenzo Maternini (cofondatore e vicepresidente di Talent Garden)
  • Stefano Cuzzilla (presidente di Trenitalia)
  • Valeria Bucci (senior economist di Cdp)

Questi i nomi indicati da Invitalia:

  • Anna Lambiase (Presidente)
  • Stefano Massari (Cdp Venture Capital – comitato investimenti Digital transition fund, legato alle risorse del Pnrr)
  • Valentina Milani (avvocato e consulente del governo e di alcuni ministeri, come il Mef)
ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.