Cerca
Close this search box.

Incentivi auto elettriche: il piano del ministro Urso per stimolare il mercato

auto elettriche auto ibride elettrico

Il mercato delle auto elettriche in Italia ha mostrato segnali di stallo, mantenendo una quota ferma al 4,2%, e il Ministro Adolfo Urso sta per presentare un piano di incentivi significativi per dare una spinta al settore. Tuttavia, gli operatori temono che l’annuncio degli incentivi possa influenzare negativamente il mercato nel nuovo anno.

Le vendite complessive di auto in Italia nel 2023 hanno registrato un aumento dell’18,96% rispetto al 2022, con 1.566.448 immatricolazioni. Questo potrebbe sembrare un segno positivo, ma il Centro Studi Promotor mette in luce una prospettiva meno rosea. Rispetto al 2019, si è verificato un calo del 18,3%, con 1.944.794 auto immatricolate in meno nel quadriennio 2020-2023.

Il settore delle auto elettriche ha sofferto di una quota di mercato stagnante, e il Ministro Urso sta cercando di cambiare la situazione con un nuovo piano di incentivi. Gli incentivi, attesi per il 2024, varieranno da 6.000 a 13.750 euro per le vetture completamente elettriche, con ulteriori agevolazioni per chi rottama un veicolo Euro 2 e ha un Isee sotto i 30.000 euro. Per le auto ibride, gli incentivi varranno da 4.000 a 10.000 euro, mentre per le auto a basse emissioni si prevedono contributi dai 1.500 ai 3.000 euro.

Nonostante le aspettative positive per gli incentivi, c’è preoccupazione tra gli operatori del settore che l’annuncio possa influire negativamente sul mercato, frenando le vendite nel breve termine. La bozza del piano suggerisce l’utilizzo di risorse per 930 milioni di euro, combinando nuovi fondi per l’automotive e il rimanente da incentivi non spesi.

Il piano incentiva non solo l’adozione di auto elettriche ma ha anche obiettivi specifici:

  1. Rinnovo del Parco Auto: L’obiettivo è cambiare il parco auto circolante in Italia, uno dei più vecchi in Europa, con oltre 11 milioni di vetture Euro 3 o inferiori.
  2. Sostegno alle Famiglie a Basso Reddito: È previsto un extra bonus del 25% per chi ha un Isee inferiore a 30.000 euro, mirando a sostenere le famiglie meno abbienti.
  3. Promozione delle Auto Produtte in Italia: Si mira a stimolare l’acquisto di auto effettivamente prodotte in Italia, puntando a sostenere il settore automobilistico nazionale.

Il presidente del Centro Studi Promotor, Gian Primo Quagliano, suggerisce che la ripresa del mercato automobilistico, che ha mostrato segni di esaurimento dall’agosto 2022, potrebbe portare a una sostanziale stagnazione nel 2024, con aspettative di immatricolazioni allineate a quelle del 2023, pari a circa 1.573.000 unità.

Stellantis ha mantenuto la leadership del mercato italiano nel 2023, vendendo 591.156 auto, con una quota di mercato del 33,5%. Il gruppo ha mantenuto una forte presenza nel settore delle auto elettrificate, confermando il suo ruolo guida nella transizione energetica.

Inoltre, nel corso dell’anno, Tesla ha triplicato i volumi di vendita, mentre i marchi cinesi come MG hanno quadruplicato le vendite, raggiungendo quasi il 2% di quota di mercato. La competizione nel settore delle auto elettriche si sta intensificando, e gli incentivi previsti potrebbero rappresentare un elemento chiave nel plasmare il futuro del mercato automobilistico in Italia.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.