Cerca
Close this search box.

Ponte sullo Stretto di Messina, si punta ad aprire i cantieri entro l’estate

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, guidato da Matteo Salvini, sta cercando di dare un’accelerata al progetto per la realizzazione del tanto discusso Ponte sullo Stretto di Messina. L’obiettivo è chiaro: aprire i cantieri già questa estate, come ribadito più volte dallo stesso Salvini.

Nonostante le polemiche e le critiche, il progetto sembra procedere senza indugi. Il prossimo 16 aprile, governo, società ed enti locali si riuniranno al Ministero per avviare l’iter burocratico. Si tratta della conferenza dei servizi istruttoria, il primo passo operativo per la messa a punto dei cantieri entro l’anno.

Il Mit ha dichiarato che Salvini segue attentamente il dossier sin dal suo insediamento e si è dichiarato soddisfatto e fiducioso riguardo al confronto in corso. Tuttavia, non tutti sono d’accordo con questa accelerazione. Angelo Bonelli di Avs ha già presentato un esposto insieme a Pd e Sinistra, criticando i tempi e i modi con cui il governo Meloni vuole avviare l’opera.

La discussione al Mit si concentrerà sui documenti, con l’obiettivo di coinvolgere tutti i ministeri, le amministrazioni statali interessate, le regioni Calabria e Sicilia, i comuni e gli enti gestori delle reti infrastrutturali. Secondo Pietro Ciucci, ad della Stretto di Messina, l’avvio della conferenza dei servizi rappresenta un passo avanti nell’iter approvativo del progetto.

Salvini, ribadendo il suo obiettivo di aprire i cantieri entro l’estate, sottolinea i benefici economici del ponte, citando studi che prevedono un valore aggiunto di 20 miliardi di euro per l’Italia e la creazione di 120.000 posti di lavoro. Tuttavia, dovrà fare i conti con l’opposizione, sia politica che popolare.

I comitati cittadini per il ‘no’ non si fanno attendere, insieme alle voci di coloro che saranno espropriati per la realizzazione dell’opera. Alcuni manifestano preoccupazione per il processo decisionale e gli impatti sul territorio. Mariolina De Francesco, residente nella zona interessata dal ponte, esprime il suo dissenso: “Non lascerei la mia casa e la mia vita per un’opera inutile come questa”.

Il Ponte sullo Stretto di Messina continua a dividere opinioni e a suscitare dibattiti accesi. Mentre il governo cerca di accelerare i tempi, resta da vedere se il progetto sarà accolto con entusiasmo o incontrerà ulteriori ostacoli lungo il cammino.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.