CDP3Advertisement
CDP4Advertisement
WBF

Le Camere danno l’ok al Def. Imperativo stop aumento Iva

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Aboca banner articolo

Il Parlamento ha dato via libera al Def, approvandolo sia alla Camera che al Senato. A palazzo Madama i voti favorevoli sono stati 166, 127 quelli contrari, gli astenuti 6. gli astenuti.

Il testo approvato al Senato, ricalca in toto il testo su cui si è pronunciata la Camera. Il testo prevede sia lo stop dell’aumento dell’Iva sia l’impegno a rivedere i saldi di bilancio del triennio 2019-2021 individuando gli interventi necessari per attuare il programma di governo.

La maggioranza impegna il governo “ad assumere tutte le iniziative per favorire il disinnesco delle clausole di salvaguardia inerenti l’aumento dell’aliquota Iva e delle accise su benzina e gasolio” e “a individuare misure da adottare nel 2018 nel rispetto dei saldi di bilancio”. E’ quanto ha affermato il relatore M5s, Federico d’Inca, illustrando i contenuti della risoluzione di maggioranza sul Def nell’Aula della Camera.

La maggioranza, inoltre, impegna il governo “a riconsiderare in tempi brevi – ha aggiunto D’Incà – il quadro di finanza pubblica nel rispetto degli impegni europei per quanto riguarda i saldi di bilancio del triennio 2019-2021”. “Sarà d’obbligo – ha concluso – impostare in Europa un dialogo nuovo nelle sedi opportune così da ottenere regole di bilancio più flessibili e spazi maggiori per le spese produttive”.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF
A2A

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.