WBF

Open Fiber, può partire la nuova fibra ottica

Aboca banner articolo

La realizzazione in Italia di una nuova infrastruttura in fibra ottica, FTTH, ovvero Fiber to the Home, a cura di Open Fiber, può finalmente partire. La Banca europea degli investimenti ha infatti approvato il finanziamento da 350 milioni di euro all’azienda capitanata da Elisabetta Ripa. Era l’ultima delle condizioni previste dall’accordo siglato lo scorso aprile con le banche capofila (BNP Paribas, Société Générale e UniCredit) per l’avvio del finanziamento da 3,5 miliardi che, insieme alle risorse messe a disposizione dagli azionisti, era necessario per la realizzazione del progetto.

“Si tratta di una delle più rilevanti operazioni del genere a livello europeo nel settore delle Tlc. La firma dell’operazione avverrà nelle prossime settimane, dopo l’approvazione da parte del Comitato di direzione della Bei della relativa documentazione finanziaria”, precisa Open Fiber. La decisione della Bei arriva dopo una lunga e dettagliata due diligence sul progetto e sul modello di business di Open Fiber. Il mandato di sottoscrizione siglato ad aprile con le banche BNP Paribas, Société Générale e Unicredit (consorzio di istituti altamente qualificati nella gestione di attività di questo genere) prevede un’operazione da circa 3,5 miliardi di euro, della durata di 7 anni.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.