CDP3Advertisement
CDP4Advertisement
WBF

Pace fiscale, C.Conti, rischio fuga dopo 1°rata

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Aboca banner articolo

Fare attenzione al rischio che i contribuenti paghino la sola prima rata per usufruire dei benefici delle varie modalità di ‘pace fiscale’ e poi smettano di pagare, come già accaduto col condono tombale del 2002, quando si registrò “la mancata riscossione di ingenti importi dovuti a titolo di pagamento rateale”. E’ l’avvertimento che arriva dalla Corte dei Conti nel corso dell’audizione sul decreto fiscale, a proposito delle misure che consentono “il perfezionamento della richiesta” di rottamazione al pagamento “della sola prima rata”.

Il problema si porrebbe anche per per processi verbali e atti di accertamento, così come per l’integrativa speciale. “E’ possibile – spiega il presidente dei magistrati contabili, Angelo Buscema – che il pagamento della sola prima rata sia utilizzato per fruire dei benefici che derivano dal perfezionamento della richiesta di definizione e comunque per procrastinare gli atti di riscossione”. Per l’integrativa speciale poi “è prevista una non convincente differenziazione” nei pagamenti, 31 luglio se in unica soluzione o 30 settembre per il pagamento a rate

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF
A2A

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.