fbpx

Istat, la disoccupazione risale al 10,1%

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Il tasso di disoccupazione a settembre risale di 0,3 punti percentuali su agosto al 10,1%. Lo rileva l’Istat nella nota flash su occupati e disoccupati. Rispetto a settembre 2017 il tasso di disoccupazione è diminuito di 1,1 punti. Le persone in cerca di lavoro sono 2.613.000 in aumento di 81.000 unita’ (+3,2%) rispetto ad agosto e in calo di 288.000 unità su settembre 2017.

Risale anche la disoccupazione giovanile: a settembre è al 31,6% con un aumento di 0,2 punti percentuali su agosto 2018 e un calo di 3 punti percentuali su settembre 2017. Lo rileva l’Istat spiegando che nella fascia tra i 15 e i 24 anni il tasso di occupazione è al 17,3%, invariato
su agosto. Tra i 15 e i 24 anni lavorano 1.019.000 persone (+6.000 su agosto) mentre i disoccupati sono 470.000.

Diminuiscono i dipendenti permanenti: a settembre – rileva l’Istat – i lavoratori con contratto dipendente a tempo indeterminato si riducono di 77.000 unità su agosto e di 184.000 unita’ su settembre 2017. Aumentano i lavoratori a termine con una crescita di 27.000 unita’ su agosto e di 368.000 unita’ sull’anno. Per il lavoro indipendente si registra un aumento di 16.000 unita’ su agosto e di 22.000 unità su settembre 2017.

Nello stesso periodo rilevato, inoltre, aumenta ancora l’età media dei lavoratori: nel mese – rileva l’Istat – gli over 50 al lavoro raggiungono quota 8.546.000 con un un aumento di 22.000 unita‘ rispetto ad agosto e di 333.000 unita’ rispetto a settembre 2017. La stretta sull’accesso alla pensione insieme al cambiamento demografico fanno si’ che la fascia piu’ anziana si avvicini per numerosita’ a quella centrale, tra i 35 e i 49 anni, che perde 55.000 unita’ su agosto e 154.000 unita’ su settembre 2017 arrivando a quota 9.655.000 occupati.

Leggi anche