WBF

Manovra, legge bilancio al Quirinale. Conte: avanti così

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Enel 2022

Il testo della legge di bilancio – con tutte le modifiche del caso rispetto a quella che era la prima stesura – “ha ricevuto la bollinatura della Ragioneria dello Stato ed è stata inviata al Quirinale”, afferma il premier Giuseppe Conte. “Stiamo lavorando per far crescere il nostro Paese, avanti così”. La conferenza dei capigruppo di Montecitorio ha stabilito che la legge approderà nell’Aula della Camera tra il 29 ed il 30 novembre. Nelle giornate del 21 e 22 novembre non ci saranno sedute d’Aula per consentire alle commissioni l’esame della Manovra.

Il nuovo testo contiene in totale 108 articoli, contro i precedenti 115, per 77 pagine. E, a quanto si apprende da fonti del M5S, tra le misure inserite, ce ne sarebbe una che tocca le Regioni che non tagliano i vitalizi di presidenti e consiglieri regionali, per le quali sembra saranno ridotti dell’80% i trasferimenti, senza tuttavia toccare i fondi a Sanità, scuole per disabili e altri servizi essenziali. Un provvedimento sempre a 5 stelle. Le Regioni e le Province autonome avranno quattro mesi di tempo per “rideterminare la disciplina dei trattamenti previdenziali e dei vitalizi”, secondo “il metodo di calcolo contributivo”. I mesi possono diventare sei, nel caso in cui servano modifiche statutarie. Lo prevede l’articolo 75 della legge di bilancio. Le Regioni devono documentare quanto fatto, con una comunicazione alla presidenza del Consiglio, Dipartimento per gli Affari regionali. Se non si adeguano, hanno sessanta giorni per farlo o si applicherà un taglio lineare dei trasferimenti dell’80%, con l’eccezione dei fondi che riguardano “Servizio sanitario nazionale, politiche sociali e per le non autosufficienze e trasporto pubblico locale”.

Dalla relazione tecnica della Legge di Bilancio arrivano anche i numeri sui costi delle misure volute dal governo: la flat tax forfait al 15% per i lavoratori autonomi il primo anno costerà solo 330 milioni, con un impatto sui soli versamenti Iva ma, dopo un rimbalzo di 1,9 miliardi di costo nel 2020, si attesterà su un impegno per lo Stato pari a 1,4 miliardi. Nel 2020, comunque, arriva anche la Flat Tax al 20% tra i 65 e i 100 mila euro per imprenditori e negozianti: questa misura impegnerà 109 milioni nel 2020, 1,1 miliardi nel 2021 e 856 milioni nel 2022. La dotazione per l’introduzione del reddito di cittadinanza, invece, è di 9 miliardi l’anno, ma nel 2019 la maggiore spesa prevista si attesta a 6,8 miliardi, il resto arriva dai fondi già stanziati del reddito di inclusione che saranno inglobati. Analogo impegno – 6,7 miliardi – è previsto nel 2019 per gli interventi sulle pensioni mentre lo stop agli aumenti Iva che sarebbero scattati il primo gennaio impegna 12,471 miliardi di risorse.

Arriva poi, dal primo gennaio 2019, la “centrale per la progettazione delle opere pubbliche”. La Centrale opera “in autonomia amministrativa, organizzativa e funzionale”. Saranno assunte 300 unità attraverso una procedura pubblica svolta da una commissione il cui presidente è designato dal premier e composta da 4 membri rispettivamente individuati dai ministri del Tesoro, del Mise, delle Infrastrutture e degli Affari regionali.

Tra le altre misure, nasce il fondo ‘Blockchain e Internet of things”. La manovra, bollinata dalla Ragioneria dello Stato, prevede un nuovo fondo per “interventi in nuove tecnologie e applicazioni di intelligenza artificiale”, con risorse pari a 15 milioni di euro all’anno per il triennio 2019-2021. L’obiettivo è finanziarie progetti di ricerca e innovazione da realizzare in Italia da opera di soggetti pubblici e privati.

Nessuna norma, infine, per tagliare le pensioni d’oro nel testo della manovra. M5S-Lega hanno ragionato a lungo circa l’ipotesi di introdurre la sforbiciata nella legge di bilancio, che è attesa in Parlamento nelle prossime ore, ma secondo quanto viene riferito si sarebbero incontrate difficoltà nel mettere a punto la norma.

 

 

WBF

Leggi anche

WBF
A2A

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.