Advertisement

17 Gennaio 2019

Apple, il calo vendite pesa: rallentano le assunzioni

Alessandro Pulcini

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

A seguito della frenata nelle vendite di iPhone, e il taglio alla produzione nel primo trimestre, Apple ridurrà le assunzioni in alcune sue divisioni. I primi a saperlo sono stati i dipendenti, il 3 gennaio, in un incontro con l’amministratore delegato Tim Cook, secondo Bloomberg.

Il Ceo ha comunicato quindi la notizia il giorno dopo la lettera agli investitori in cui il numero uno di Apple ha corretto al ribasso le stime sui ricavi per il quarto trimestre 2018, a causa del rallentamento della domanda di iPhone soprattutto a Pechino. La Cina è il più grande mercato di smatphone al mondo e continua a dettare le politiche della compagnia. Tra queste la decisione di tagliare i prezzi degli Iphone, proprio a Pechino.

Nel corso del meeting con i dipendenti è stato chiesto a Cook se la società avrebbe imposto un blocco delle assunzioni. Il Ceo ha negato l’eventualità del blocco, spiegando che alcune divisioni avrebbero ridotto le assunzioni. Cook ha aggiunto di non aver ancora identificato le divisioni interessate, ma ha precisato che gruppi chiave come quello sull’intelligenza artificiale continueranno ad assumere a un ritmo sostenuto.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.