30 Maggio 2019

Alitalia, l’avvertimento di Arera: evitare costi sulle bollette

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

L’Autorità dell’energia mette i paletti alle misure per Alitalia pensate dal Governo. L’utilizzo delle somme della Cassa energetica per sostenere la compagnia, così come previsto dal decreto crescita, deve essere una misura una tantum e il denaro dovrà poi essere restituito, in modo da evitare ripercussioni negative dei costi Alitalia sulle bollette di famiglie e imprese. Una posizione netta quella presa dall’Arera, a cui hanno fatto immediatamente seguito le proteste dei consumatori, pronti a dar battaglia se le ripercussioni sulle bollette dovessero effettivamente verificarsi.

In una segnalazione al Parlamento l’Arera ha sottolineato che sarebbe opportuno che la norma prevista nel dl crescita per la continuità del servizio della compagnia “venisse modificata nell’iter di conversione, per assumere il carattere di straordinarietà (una tantum), con riferimento esclusivo all’anno 2019, introducendo un termine di restituzione delle somme disponibili presso i conti della Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA)”. Gli articoli 37 e 50 del decreto crescita prevedono infatti la possibilità di utilizzare 650 milioni di euro presenti sui conti della Cassa per i servizi energetici per la copertura finanziaria della misura in favore della continuità del servizio di Alitalia.

Ma l’Arera spiega che le disposizioni, riducendo le disponibilità finanziarie della CSEA, ne comprimano i margini di flessibilità funzionali alle molteplici esigenze di copertura finanziaria degli oneri generali di sistema in caso di inattese e forti oscillazioni dei costi energetici. Il rischio, avverte, è dunque che si generino ripercussioni negative sull’intero sistema, che potrebbero tramutarsi in un incremento improprio dei prezzi dell’energia per famiglie e imprese.

Immediata la reazione delle associazioni dei consumatori. “Non permetteremo che per salvare Alitalia, già costata agli italiani la bellezza di 8,6 miliardi di euro solo negli ultimi 10 anni, Lega e M5S mettano le mani in tasca ai cittadini, e siamo pronti ad avviare una battaglia legale per bloccare tale abnorme misura” è stata la reazione del Codacons secondo cui con questa misura il Governo “priverebbe le famiglie di un paracadute che serve a mitigare gli aumenti delle bollette e, di fatto, darebbe il via a forti rincari delle tariffe luce e gas a tutto danno degli utenti”.

E l’Unione nazionale consumatori grida alla “vergogna” di fronte al rischio di un aumento delle bollette legato alla continuità aziendale di Alitalia. Intanto sulla compagnia aerea è intervenuto anche il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli sottolineando come sul dossier Alitalia “andiamo avanti a lavorare, il lavoro è positivo”. “Non si parla di singoli”, ha quindi risposto il ministro a chi gli chiedeva se si fosse fatto avanti il Gruppo Toto.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.