fbpx

Intesa punta sull’equity crowdfunding: investimento in BacktoWork24

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Una delle principali vetrine per le imprese, le startup e gli investitori italiani ha un nuovo, pesante, alleato. Intesa Sanpaolo ha infatti deciso di buttarsi nel crowdfunding. Il gruppo torinese ha effettuato un’operazione di investimento nel capitale di BacktoWork24, che opera nel settore dell’equity crowdfunding.

L’operazione è stata realizzata attraverso Neva Finventures, il Corporate Venture Capital che fa capo a Intesa Sanpaolo Innovation Center. Grazie ai fondi ottenuti BacktoWork24 sosterrà lo sviluppo del piano industriale con l’obiettivo di aumentare i volumi di raccolta a favore delle imprese. Raccolta che avviene online, su un sito potenziato dall’unione di BacktoWork24, precedentemente controllata al 90% dal gruppo 24 ore, con Equinvest Srl, che ha potenziato l’offerta proprio con le competenze sull’equity.

“Questo investimento – sottolinea il presidente di Intesa Sanpaolo Innovation Center e di Neva Finventures, Maurizio Montagnese – ci consentirà di osservare da vicino le dinamiche del mercato dell’equity crowdfunding e di sviluppare progettualità finalizzate ad arricchire e completare la gamma di soluzioni a disposizione delle startup”.

“Siamo orgogliosi che Neva Finventures abbia scelto la nostra piattaforma per entrare nel mondo del crowdfunding – dichiara Alberto Bassi, Co-Founder & Ceo di BacktoWork24 – e siamo pronti ad esplorare nuove forme di collaborazione col Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno della crescita delle Pmi e startup italiane. Grazie a questo investimento puntiamo ad accelerare la nostra crescita con l’obiettivo di guadagnare una posizione di leadership nel mercato dell’Equity Crowdfunding”.