21 Ottobre 2019

In Svezia trasporti gratis per limitare le auto: funziona

Carlotta Balena

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Regalare abbonamenti per le linee di autobus locali potrà sembrare una soluzione semplice. Eppure non era così scontato che le persone lasciassero a casa la propria automobile per salire sui mezzi pubblici. Västtrafik, la società di trasporti pubblici locali svedesi di Göteborg ha avviato un test per mostrare come il miglioramento del trasporto pubblico possa influenzare le abitudini dei cittadini e incidere positivamente nella riduzione dell’inquinamento. La società offre un abbonamento gratuito di due settimane per tutti i mezzi pubblici. L’iniziativa sta funzionando. 

Ogni giorno, 200 mila pendolari svedesi si spostano in auto verso la parte occidentale della Svezia: la Västtrafik vuole convincerli a cambiare le proprie abitudini e lasciare la macchina in garage. Come? Offrendo loro un abbonamento gratuito ai bus, tram e metropolitane. Sono stati 30 mila gli abbonamenti gratuiti messi a disposizione esclusivamente per automobilisti. Ad aiutare la società di trasporti ha concorso anche una campagna di comunicazione dell’agenzia creativa svedese Forsman & Bodenfors che ha messo insieme 30 mila macchinine giocattolo per permettere ai cittadini di visualizzare l’impatto che gli abbonamenti gratuiti hanno sul traffico cittadino. Si è calcolato che qualora tutti i 30 mila automobilisti lasciassero l’automobile a casa durante le due settimane di test si risparmierebbero circa 2.500 tonnellate di CO2, e si toglierebbero dalle strade tappeti di macchine pari all’estensione di 60 campi di calcio.

La Västtrafik lancia iniziative di questo tipo già dal 2010: ogni qualvolta che qualcuno si trasferisce in zona gli viene offerto un abbonamento di prova. Un paio di volte all’anno, inoltre, l’azienda lancia campagne dirette agli automobilisti. Finora, circa mezzo milione di persone ha richiesto il pass di prova, che ha portato a 100 mila nuovi abbonati. Quella dei pass gratuiti è solo una delle strategie messe in campo dall’azienda per spingere sempre più persone ad evitare l’automobile (e ridurre quindi le emissioni nell’aria). Naturalmente il primo passo, dice il project manager della Västtrafik, Joakim Gustafsson, è quello di “incrementare gli investimenti nei traporti e nella frequenza delle linee”. Già perché è difficile credere che le persone non prendano i mezzi pubblici per una questione meramente economica: una automobile costa infatti molto di più. Il trasporto privato è più comodo e più immediato, e quindi si rende necessario potenziare la qualità dei mezzi pubblici per invogliare le persone a scegliergli. Il manager riconosce come cambiare le abitudini dei cittadini sia una sfida. Eppure è convinto che allargare sempre di più il trasporto pubblico sia la strada per offrire l’alternativa di un trasporto “verde”. D’altra parte, la Svezia è la patria di Greta Thunberg, paladina dell’ambiente che ha smosso le coscienze del mondo sulle tematiche ambientali, e gli svedesi sono da sempre inclini a considerare l’impatto ambientale delle loro scelte.

Göteborg non è l’unica città ad aver adottato questa soluzione: Lussemburgo sta pensando di rendere tutti i trasporti pubblici gratuiti permanentemente all’inizio del prossimo anno e la stessa strategia è stata presa in considerazione dal governo danese.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.