Advertisement

8 Giugno 2020

Campari compra il 49% di Tannico, l’e-commerce dei vini

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Campari Group ha acquisito una partecipazione pari al 49% di Tannico S.p.A., l’ex startup per la vendita di vini online, per 23,4 milioni di euro. Il gruppo del beverage ha annunciato di aver siglato un accordo con tutti gli azionisti principali (il ceo di Tannico Marco Magnocavallo, P101 SGR e Boox S.r.l.): la struttura dell’operazione prevede che Campari Group rilevi a fermo il 39% del capitale di Tannico e sottoscriva simultaneamente un aumento di capitale riservato per raggiungere una partecipazione complessiva del 49%.

Il corrispettivo complessivo per l’acquisto della partecipazione del 49% risulta pari a 23,4 milioni di euro. Al 31 dicembre 2019 la liquidità netta detenuta da Tannico è pari a 1,6 milioni di euro. Il corrispettivo sarà finanziato attraverso risorse disponibili e sarà pagato in contanti. In base all’accordo di investimento, Campari Group avrà la possibilità di incrementare la partecipazione al 100% a partire dal 2025, in base a determinate condizioni. Il perfezionamento della transazione è previsto entro la fine di luglio 2020.

 

Tannico è stata fondata nel 2013 da Marco Magnocavallo, con l’obiettivo di diventare la piattaforma di riferimento per l’acquisto di vini italiani nel mondo.  Tannico copre una quota di mercato superiore al 30%: con oltre 7 milioni di visitatori unici negli ultimi 12 mesi. Ha un’offerta di oltre 14 mila etichette provenienti da 2.500 cantine diverse che spaziano dalle grandi Maison ai piccoli vignaioli. Nel 2019 Tannico ha realizzato vendite nette pari a 20,6 milioni di euro, ha inviato oltre un milione e mezzo di bottiglie, consegnando le proprie bottiglie in 20 paesi del mondo con consegne in giornata nella città di Milano, in 24 ore in tutta Italia e in due settimane negli Stati Uniti. Presente anche nel retail e nell’offline, l’azienda ha creato corsi di vino non convenzionali all’interno della Tannico Flying School e si prepara ad aprire il suo primo Wine Bar nella città di Milano. Dal 2019 Tannico è anche attiva nel settore B2B per servire i clienti del canale Ho.re.ca. in modo innovativo.

 

“Quale parte essenziale del nostro percorso di trasformazione digitale, l’e-commerce costituisce un canale strategicamente rilevante per il nostro business.  – ha detto Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer di Campari Group – A tale proposito, Tannico, la principale piattaforma di e-commerce per vini e premium spirit in Italia, rappresenta una soluzione unica e strategica per i nostri obiettivi di sviluppo commerciale. Facendo leva sull’esperienza di Tannico, saremo in grado di accelerare i nostri piani di sviluppo nell’e-commerce, canale già in crescita, ma destinato a diventare ancora più strategico a seguito delle probabili durevoli modifiche nel comportamento dei consumatori indotte dall’emergenza Covid-19, migliorando significativamente le nostre competenze in ambito digitale. Con il nostro supporto Tannico potrà inoltre accelerare fortemente il proprio sviluppo internazionale e nell’area dei servizi B2B, incrementando ulteriormente la velocità già estremamente ragguardevole della propria crescita”.

 

Marco Magnocavallo, Chief Executive Officer e Co-fondatore di Tannico ha commentato: “In questo periodo di grandi cambiamenti per le dinamiche di acquisto dei consumatori sempre più vicine al mondo online, è fondamentale per Tannico avere le risorse necessarie per uno sviluppo ancora più accelerato senza mai sacrificare la parte di curation che ci contraddistingue. Con Campari Group abbiamo trovato un partner ideale che potrà aiutarci a consolidare la leadership sul mercato italiano così come ci permetterà di espandere in modo significativo la nostra attività all’estero e nel mercato B2B.”.

 

“Come P101 e in nome degli altri investitori, che con noi hanno creduto in Tannico fin dal 2015, siamo estremamente soddisfatti di quest’operazione che ci permette di segnare la strada verso il disinvestimento da una delle nostre partecipate ma anche di fare un pezzo di cammino insieme a una tra le più belle aziende italiane. – ha concluso Andrea Di Camillo, Founding Partner di P101 SGR – Quest’operazione evidenzia che la tecnologia e il venture capital sono ‘alleati’ delle corporate che come Campari Group sanno guardare al futuro prossimo ma anche di lungo termine”.

 

Campari Group, fondato nel 1860,  è uno dei maggiori player a livello globale nel settore degli spirit, con un portafoglio di oltre 50 marchi che si estendono fra brand a priorità globale, regionale e locale. Ha un network distributivo su scala globale che raggiunge oltre 190 Paesi nel mondo, con posizioni di primo piano in Europa e nelle Americhe. Con sede principale in Italia, a Sesto San Giovanni, Campari Group conta 21 impianti produttivi in tutto il mondo e una rete distributiva propria in 21 paesi.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.