Advertisement

24 Giugno 2020

Il Segway che ci sembrava futuristico, chiude la produzione

Carlotta Balena

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Ci sembrava il mezzo del futuro, quello che ci avrebbe permesso di muoverci velocemente in città come si fa nei cartoni animati ambientati nell’anno 3.000. Invece, Segway, l’azienda che ha lanciato il mezzo di micro-mobilità a due ruote che si bilancia col peso di chi lo conduce, (il Segway PT) ha annunciato che dal 15 luglio non lo produrrà più. 

 

Il motivo? Detto in parole semplici: non vende. Lo scorso anno ha pesato solo per l’1,5% dei ricavi della società, che sta effettuando tagli nella sede di  Bedford, New Hampshire, dove veniva prodotto e dove, in seguito alla decisione di chiudere, verranno licenziate 21 persone. E sebbene il mezzo desti curiosità quando lo vediamo sfrecciare sulle strade – spesso nei centri storici, guidato da turisti – l’invenzione di Dean Kamen che all’inizio sembrava rivoluzionaria non ha mai davvero preso il volo. Due le ragioni principali: la prima è sicuramente il prezzo. All’inizio costava 5 mila dollari: non proprio una cifra accessibile a tutti. La seconda è che bisogna avere un po’ di dimestichezza per guidarlo: dal momento che serve un bilanciamento specifico per farlo procedere, se il peso del conducente spinge troppo in una direzione il mezzo si può ribaltare causando incidenti. Inoltre, il Segway è stato pensato come un mezzo per la mobilità personale, ma è decisamente troppo ingombrante e costoso per avere successo di vendite (raggiunge la velocità di un monopattino ma costa quanto un motorino). 

 

Sono passati circa 20 anni da quando il Segway è stato lanciato sul mercato: a quel tempo ci sembrava futuristico vedere qualcuno spostarsi su una pedana a due ruote, ovvero il concept base del Segway, mentre oggi la micro-mobilità ha conquistato tutte le strade. Ma il Segway non ha mai avuto tanto successo: Kamen ha venduto l’azienda nel 2009, che poi è stata ancora rivenduta nel 2015 all’azienda cinese Ninebot. I Segway sono diventati un mezzo molto usato per il turismo (i tour di cui parlavamo prima) e per la sicurezza (per gli agenti nei centri commerciali o per le strade), ma non hanno mai conquistato la fetta di mercato per la quale erano stati pensati, cioè le persone che avrebbero dovuto usarlo per spostarsi da casa a lavoro. Ci sono mezzi più economici o più veloci.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.