WBF

L’estate 2020 ha riscoperto il camper

Aboca banner articolo

L’estate della pandemia, del distanziamento sociale, l’estate della riscoperta del turismo di prossimità. L’estate 2020 è stata una stagione diversa dal solito, con molte più cautele e meno spostamenti. Questi fattori hanno portato molti italiani a scegliere la vacanza in camper: per avere una certa indipendenza di spostamento senza dover ricorrere a hotel, treni e aerei.

 

Per stare con i propri cari scegliendo magari delle mete meno affollate. Secondo la startup specializzata nel noleggio camper Yescapa, tra giugno e agosto 2020 le richieste di prenotazione sulla piattaforma europea sono arrivate a toccare punte del 150% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, così come le prenotazioni effettive registrate sul sito Yescapa.it hanno visto un incremento del 90% rispetto al 2019. Trend confermato anche sul versante delle nuove iscrizioni di veicoli sulla piattaforma di condivisione camper tra privati: la percentuale del +150%, registrata nelle prime settimane di giugno, rimane costante per tutti i mesi estivi, incrementando la flotta di veicoli online di privati e professionali a disposizione dei viaggiatori che scelgono lo sharing con Yescapa.

 

Molti hanno scoperto la piattaforma proprio quest’anno: indice che forse non avevamo mai preso in considerazione una vacanza in camper prima. A fronte di un 10% di ‘affezionati’ della piattaforma i neofiti sono stati l’83%. “Si nota come molti scelgono il servizio di sharing come primo step per avvicinarsi gradualmente alla decisione di acquisto di un mezzo proprio”, ha detto Benoit Panel, presidente di Yescapa.

 

Il 90% degli italiani ha scelto di restare nei confini nazionali: “A differenza di quanto si prospettava in giugno – spiega Dario Femiani, country manager Italia di Yescapa – una piccola percentuale di connazionali pari al 10%, non si è fatta scoraggiare dall’emergenza e ha scelto di partire in Europa, confermando la predilezione estiva, già registrata nel 2019, per il Portogallo (8%) e la Spagna (2%). Anche gli stranieri dal canto loro non si sono lasciati del tutto intimorire e, seppur con numeri bassissimi rispetto alle presenze registrate nel 2019 (46%), hanno valicato i confini italiani: tedeschi, austriaci e francesi sono le presenze confermate tra giugno e agosto in Italia (15%)”.

 

Le mete italiane più ambite dai visitatori sono state Sardegna, Lombardia e Dolomiti. A scegliere la modalità di condivisione camper tra privati per le proprie vacanze si confermano le famiglie (46%) che valutano questa opzione come la più utile e vantaggiosa per risparmiare e per avere a portata di mano tutte le comodità di casa propria. Ma dai dati emersi, si registra un aumento sia del viaggio in coppia (32%), sia del viaggio fra amici (18%). Inoltre, a scegliere questo tipo di esperienza sono sempre più uomini e donne tra i 36 e i 54 (52%), giovani tra i 26 e i 35 (35%) e una fetta di giovanissimi al di sotto dei 26 anni (8%), sempre più orientati quest’anno verso modelli agili e personalizzabili come il camper furgonato (+20%) e l’iconico van (+22%), rispetto al classico mansardato (28%). Accanto a questo è importante ricordare che lo sharing tra privati ha il vantaggio di riuscire a contenere i costi – la spesa media giornaliera per 10 giorni di vacanza tra maggio e agosto 2020 si attesta intorno ai 115 euro – rispetto ai canali di noleggio tradizionale, la cui spesa oscilla tra i 200 e i 250 euro al giorno per equipaggio.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.