WBF

Alleanza tra commissione Banche e Gdf per i risparmiatori

Aboca banner articolo

La piattaforma pensata dalla presidente della commissione di inchiesta sulle banche per consentire ai risparmiatori di inviare le loro segnalazioni su dubbi o disservizi, esce dalla sua fase ‘artigianale’ per diventare un vero e proprio servizio istituzionale grazie all’alleanza con la Guardia di finanza.

E’ stato infatti firmato oggi il protocollo tra Carla Ruocco e il comandante generale della Gdf, Giuseppe Zafarana. L’intesa consentirà di rendere sistematico e strutturato il monitoraggio sulle banche in merito alla possibilità di accedere a moratorie e prestiti garantiti che, come la presidente ha raccontato a Fortune, è stato messo in piedi nei primi giorni dopo il lockdown come sistema di sostegno per i risparmiatori.

“Dall’inizio della pandemia, come presidente della commissione d’inchiesta sul sistema bancario, ho deciso di sostenere famiglie, imprese e cittadini in un momento di grandissima difficoltà per il nostro Paese e la nostra economia. Inizialmente – racconta – ho iniziato a raccogliere le segnalazioni attraverso due caselle di posta email appositamente dedicate che sono state rese disponibili rispettivamente a partire da marzo 2020. Tutte le segnalazioni ricevute sono state inviate, su base settimanale, a Banca d’Italia. Successivamente, ad aprile dello scorso anno, ho pubblicato e rilasciato all’esterno un form-web attivo sulla piattaforma telematica “Podio”, quale interfaccia web per la ricezione di informazioni. Sebbene inizialmente il form web era dedicato esclusivamente alla ricezione di segnalazioni relative alle difficoltà riscontrate dagli istanti su moratorie e prestiti garantiti dallo Stato, nel corso del tempo il sistema è stato utilizzato dagli utenti anche per segnalare ulteriori tipologie di criticità. Il predetto sistema, purtroppo presenta però dei limiti oggettivi nella gestione delle istanze, quali l’inesistenza di controlli automatizzati sull’esattezza dei dati personali, l’impossibilità di allegare documenti e atti a supporto delle segnalazioni”.

Da qui, la decisione di dare vita a un nuovo sistema (attualmente in fase di testing) che si caratterizza come un software dedicato al processo di acquisizione delle segnalazioni, con una piattaforma compliant ai criteri legislativi in materia di privacy dettati dal Regolamento Ue 2016/679 (GDPR – “Regolamento generale per la protezione dei dati).

“Le segnalazioni che ho ricevuto dai cittadini, durante questo anno, sono state – racconta ancora Ruocco – davvero tantissime, per questo abbiamo deciso di affidarci ad un sistema più veloce e semplice da compilare. L’impegno che stiamo mettendo in questo progetto è imponente. Voglio garantire a chiunque si trovi in difficoltà con banche e finanziarie di potermi contattare. Nessuno è solo. Il risultato di oggi mi rende orgogliosa e sono felice di poter dire che è solo l’inizio di un lungo percorso che faremo tutti insieme per il rilancio del Paese”.

“La collaborazione con la Guardia di finanza è stata fondamentale per l’avvio del progetto e rappresenta la chiave per affrontare l’emergenza. Ringrazio il generale Zafarana per aver condiviso, con fattiva collaborazione, questa nuova progettualità”.

 

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.