TIM
POSTE header

Banche e accesso al credito, un Podio per i risparmiatori

carla ruocco
Teva banner articolo
Teva banner articolo

Carla Ruocco, presidente della commissione di Inchiesta parlamentare sul sistema bancario
e finanziario, spiega come funziona e a cosa serve la piattaforma dedicata alle segnalazioni sulle difficoltà di accesso al credito. La versione completa di questo articolo, a firma di Barbara Acquaviti, è disponibile sul numero di Fortune Italia di giugno 2021.

C’È IL CASO DELLA MADRE separata con due figli che in quel momento non percepisce l’assegno di mantenimento e chiede una moratoria sul mutuo, ma le viene negata. Ci sono cittadini che si lamentano perché non ottengono proprio risposta alle loro richieste o perché ritengono che il feedback ricevuto sia sbagliato. Un rapporto spesso difficile, quello tra banca e risparmiatore, che l’emergenza Covid ha in alcuni casi reso più complicato. E questo proprio nel momento in cui gli istituti di credito svolgono un ruolo di cerniera tra l’utente e le normative messe in campo dal governo per fronteggiare la crisi economica causata dalla pandemia.

Ecco perché, nei giorni immediatamente successivi al lockdown del 2020, la presidente della commissione di Inchiesta parlamentare sul sistema bancario e finanziario, la pentastellata Carla Ruocco, ha pensato di creare uno strumento da mettere a disposizione dei cittadini per segnalare le difficoltà riscontrate: è nata così la piattaforma Podio che consente, attraverso la compilazione di un form, di comunicare direttamente all’istituzione il problema.

La deputata racconta così la genesi: “La commissione è entrata nelle sue funzioni poco prima che l’emergenza Covid prendesse il totale sopravvento. Dal punto di vista normativo erano stati presi provvedimenti come il Cura Italia o il decreto Liquidità che hanno subito messo in primo piano le banche proprio come cuscinetto per le famiglie e le imprese. Se in quella fase ci fossimo messi a parlare di Monte dei Paschi di Siena o Popolare di Bari saremmo stati anacronistici, fuori dal mondo, e quindi abbiamo pensato di attivare questo canale”.

I primi step sono stati in un certo senso ‘artigianali’ ma hanno comunque consentito di raccogliere circa 3mila segnalazioni. Ora si entra nella fase due che prevede anche il coinvolgimento della Camera, un protocollo con la Guardia di Finanza e anche la partecipazione dell’Abi, che sarà chiamata a fare pubblicità al servizio all’interno delle filiali delle banche.

Ma come funziona la piattaforma? “A disposizione c’è un link a cui si accede molto facilmente e nel quale bisogna inserire la filiale, il tipo di problema e il contatto. Tutto è coperto dalla massima riservatezza”, assicura Ruocco.

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di giugno 2021. Ci si può abbonare al magazine mensile di Fortune Italia a questo link: potrete scegliere tra la versione cartacea, quella digitale oppure entrambe. Qui invece si possono acquistare i singoli numeri della rivista in versione digitale.

TIM sidebar
ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Leggi anche

TIM sidebar
ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.