Yahoo annuncia il ritiro dalla Cina

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Enel 2022

Yahoo dice addio alla Cina. Dal novembre i servizi del motore di ricerca americano “non saranno più accessibili” nel Paese a causa “dell’ambiente commerciale e legale sempre più impegnativo“.

” Yahoo – fa sapere in una nota la compagnia – rimane impegnata per i diritti degli utenti e per un internet libero e aperto”.

Si tratta comunque di una mossa più che altro simbolica, poiché le principali offerte di Yahoo come i servizi di posta elettronica, già da anni non sono disponibili nel Paese.

Yahoo è l’ultima azienda statunitense a chiudere i servizi in Cina. A metà ottobre, Microsoft aveva già chiuso la versione cinese della rete aziendale online LinkedIn, citando, tra le altre cose, requisiti normativi più elevati. I servizi di Google non sono disponibili in Cina da molto tempo, mentre Facebook è bloccato. Le piattaforme online in Cina sono tenute a fornire i dati degli utenti cinesi alle autorità su richiesta e a rimuovere i contenuti vietati nel paese, come i riferimenti al massacro di piazza Tienanmen nel 1989.

Leggi anche

BITPANDA
INFRATEL

Ultim'ora

Fortune Italia
ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.

Fortune Italia