POSTE header

Elena Capparelli, 22 milioni di account e la sfida RaiPlay Sound

elena capparelli raiplay
Aboca banner articolo
Aboca banner articolo

Di ritorno dal Salone del Libro di Torino, dove ha accompagnato tra le altre cose il podcast di Mauro Pescio, Io ero il Milanese, e l’original Play Books, la direttrice di RaiPlay Elena Capparelli è pronta a riprendere la sfida per lo sviluppo della sua ultima creatura, RaiPlay Sound, che già tante soddisfazioni sta dando. “Oltre a essere la piattaforma dove ascoltare tutta l’offerta radiofonica di RadioRai – spiega la direttrice – è lo strumento sempre più rivolto ai podcast, con audiolibri e original ideati appositamente per i nostri utenti. A breve, dopo lo sbarco su tablet, pc e smartphone, l’app di RaiPlay Sound sarà scaricabile anche dalle smart Tv. In questo modo intercetteremo ancora meglio la crescente centralità e richiesta della funzione dell’audio, un cambiamento epocale in atto verso il quale ci stiamo facendo trovare presenti”. Intanto RaiPlay, la piattaforma gratuita di Viale Mazzini compresa nel costo del canone, raggiunge numeri a dir poco impressionanti: oltre 22 milioni gli account attivi, con una media mensile di 6 milioni di utenti fidelizzati.

Capparelli, lei che di tutto questo è artefice e responsabile, che obiettivi si dà per il futuro?

Mi sembra di poter dire che abbiamo fatto grandi passi avanti, confermati dai numeri ma soprattutto dal tempo di permanenza, che equivale ad una sorta di indice di gradimento. Siamo in costante crescita e ormai siamo percepiti come una OTT vera e propria. Ed è così: non siamo solo l’archivio Rai, sterminato e digitalizzato, ma ci apriamo al nuovo e spesso realizziamo prodotti che passano prima da noi per creare un pubblico e andare poi in lineare sulle reti tradizionali. Intercettiamo la domanda del pubblico digitale, pur mantenendo ben saldi i valori del servizio pubblico. Per il futuro? Continuare così e trovare sempre dei margini di miglioramento.

RaiPlay Sound è un ulteriore passo verso la modernità.

Con RaiPlay Sound vogliamo dare spazio a nuovi modelli narrativi approfondendo storie contemporanee, ma anche toccando temi molto sentiti come l’ambiente e la parità di genere. Siamo una start up, ma abbiamo la storia della Rai alle spalle che ci rende più forti e consapevoli della nostra mission: intrattenere, stimolare, approfondire, dando al pubblico sempre il massimo della qualità, con un occhio all’innovazione e alla sperimentazione.

Mai tanti giovani e giovanissimi si sarebbero altrimenti affezionati.

Dal punto di vista dell’offerta abbiamo un catalogo che guarda a tutti i target e a tutti i generi, e questo ci permette di dare all’utente una scelta ampia raggiungendo anche i più giovani che non sono soliti accendere la Tv tradizionale. Questa è stata una delle sfide più importanti raggiunte: avere tante tipologie di pubblico con la crescita degli under 35 e dei “digital first” in particolare che si legano a Rai per programmi come “Una pezza di Lundini”, “Il collegio”, ecc… che magari sulla tv lineare non avrebbero intercettato. Lavorare con i giovani e sui giovani per noi è molto importante, perché il servizio pubblico deve essere anche formativo, nel senso più ampio del termine: offrire occasioni di intrattenimento che consentano anche di ampliare le proprie conoscenze. Più transitano da noi, più hanno la possibilità di curiosare dentro le teche, i documentari, il teatro, il cinema italiano e non solo.

In questa offerta davvero enorme, quali tipologie di prodotto sono le più viste e di che numeri parliamo?

In assoluto il formato più visto è la fiction. Durante la giornata ha i suoi picchi di visualizzazioni anche l’informazione o lo sport in presenza di eventi o competizioni e ovviamente tutto ciò che intrattenimento, soprattutto in clip. Devo dire che ogni categoria gode di attenzione, compreso il cinema sia più recente sia classico, una delle sezioni di punta di cui andiamo fieri.

Vi preparate a un palinsesto autunnale molto ricco, può darci qualche anticipazione?

Giovani e ancora giovani. La nostra offerta digital first per l’autunno 2022 è tutta dedicata a loro. Serie Tv in esclusiva, film e fiction in prima finestra su RaiPlay, ma anche docuserie, memoria, factual e comedy.

cinema 2
ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Leggi anche

cinema 2
ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.