GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

Fondazione Cotarella, cena “stellata” per sostenere chi combatte i disturbi alimentari

disturbi alimentari cotarella

Promuovere un cambio di paradigma per trasformare il proprio punto di vista sull’alimentazione e guardare al cibo come opportunità di crescita personale e professionale, invece che come acerrimo nemico. È quello che Fondazione Cotarella intende fare con la propria attività, per contribuire concretamente a supportare chi soffre di Disturbi del Comportamento Alimentare, con un’attenzione particolare ai più giovani. Sostegno all’ambiente, attività di educazione, istruzione e formazione professionale, Fondazione Cotarella nasce proprio per promuovere e sostenere stili di vita, abitudini, studi e cure improntate a un’alimentazione sana ed equilibrata e in sintonia con la natura, con diverse iniziative. Come quella in programma giovedì 2 marzo alle ore 20: una cena di solidarietà presso l’Hub ‘Identità Golose Milano’, in via Romagnosi, 3 nel capoluogo lombardo, organizzata dalla Fondazione, in collaborazione con Identità Golose. Obiettivo: raccogliere fondi finalizzati alla realizzazione di progetti di formazione, creatività e opportunità professionali nel mondo del cibo di qualità, rivolti in particolare ai tanti giovani che stanno affrontando la battaglia contro i DCA.

Protagonisti della serata Andrea Aprea, chef e patron dell’omonimo ristorante di Milano, una stella Michelin, Enrico e Roberto Cerea, del ristorante Da Vittorio, tre stelle Michelin, l’ideatore della cucina POP Davide Oldani, chef e patron del ristorante D’O, due stelle Michelin e Guido Paternollo, apprezzato chef del Pellico 3, il ristorante del Park Hyatt di Milano. Il cibo sarà abbinato ai vini della Famiglia Cotarella.

Un’iniziativa importante per sostenere chi soffre di Disturbi del Comportamento Alimentare: oggi sono oltre 3 milioni le persone che soffrono di questa malattia, con un incremento di oltre il 30% registrato negli anni della pandemia. Secondo le ricerche si è abbassata l’età di esordio del disturbo, scendendo alla fascia pre-adolescenziale (8-12 anni), e si è ampliata la sua diffusione tra la popolazione maschile.

Già in occasione dell’ultima edizione di Identità Milano di gennaio scorso, Fondazione Cotarella aveva proposto di “rivoluzionare” la prospettiva con i tanti appuntamenti di ‘Golosi di Identità’, proprio per richiamare l’attenzione su cosa c’è dietro a un difficile rapporto con il cibo, alla faticosa ricerca dell’equilibrio, al bisogno di dare senso alle nostre scelte importanti e di tutti i giorni.

“Il tema dei disturbi del comportamento alimentare merita una maggiore attenzione -spiegano Dominga, Marta ed Enrica Cotarella, insieme al Direttore della Fondazione, Ruggero Parrotto -. I giovani, le famiglie, il mondo della scuola, quello del lavoro, sono tanti i soggetti e le realtà che ogni giorno sono chiamati a mettersi in gioco, che chiedono aiuto, che vogliono fare la propria parte, che possono offrire una prospettiva, una speranza di potercela fare, un’opportunità di riscatto. L’obiettivo di Fondazione Cotarella – proseguono – è quello di creare le condizioni perché i giovani che hanno un approccio difficile con il cibo possano essere aiutati a convivere con questo problema, allenandosi a guardare oltre e a fare del cibo stesso uno strumento per rimettersi in gioco, un alleato per ripartire, per trovare una prospettiva personale e professionale. In molti condividono questa visione e sono al fianco di Fondazione Cotarella  nell’accompagnare i pazienti e le loro famiglie. Anche il mondo dell’alta ristorazione può fare la sua parte. Perché dietro un grande piatto c’è impegno, lavoro, creatività, sacrificio, qualità. E c’è una grande attenzione alle materie prime, a chi le produce, a chi le sceglie, a chi dedica la propria vita al rispetto dell’ambiente e della natura. Grazie a tanti professionisti, sensibili e attenti, abbiamo pensato che potrà essere utile consolidare e accrescere la rete di relazioni che dal territorio arrivano alla tavola, favorendo un nuovo modo di rapportarsi al cibo, più sostenibile e più consapevole”.

Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.