GILEAD
Cerca
Close this search box.

Novel food, Confagricoltura dice no. Intervista al presidente Massimiliano Giansanti

Massimiliano Giansanti Confagricoltura
Gilead

Larve gialle della farina, locuste migratorie, grilli e – dallo scorso 26 gennaio – anche le larve del verme della farina minore. I novel food, i nuovi alimenti autorizzati dall’Unione europea, continuano a far discutere e spaccano in due l’opinione pubblica, fra chi li ritiene una valida alternativa alle proteine animali, una risposta sostenibile alle esigenze alimentari di una popolazione mondiale in crescita vertiginosa, e chi li reputa invece un affronto insensato e pericoloso alla nostra tradizione gastronomica. Sa benissimo da che parte stare Massimiliano Giansanti (nella foto in evidenza), presidente di Confagricoltura, che difende a spada tratta il valore della dieta mediterranea e ci promette: “L’agricoltura del futuro sarà all’insegna della sostenibilità”.

I fautori dei novel food ne sostengono il valore nutrizionale e il ruolo che potrebbero giocare nella lotta contro la fame. Che cosa ne pensa?

Ci troviamo davanti a una sfida epocale: nel 2050 sulla Terra saremo in 10 miliardi. Serve fin da subito un aumento della produzione globale di cibo di almeno il 30%. L’alimentare è l’unico comparto ad avere un futuro di crescita garantito. La questione è legata allora a chi riuscirà ad accaparrarsi per primo questa quota di mercato. La partita si gioca sul terreno della reputazione. Chi oggi vuole favorire la produzione di cibo sintetico, presenta il modello agricolo come non sostenibile e intensivo nello sfruttamento delle risorse naturali. Io credo anzitutto che l’agricoltura garantisca democrazia: laddove esistono modelli agricoli sviluppati esistono anche democrazie mature. È la geopolitica del cibo. Se pensiamo a molti Paesi africani, l’agricoltura può far emergere capacità produttive inespresse, promuovendo al contempo sistemi democratici e più evoluti di quelli attuali.

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.