GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

Lvmh vale 500 miliardi, i segreti della maison d’oro di Arnault

Record per la multinazionale del lusso francese Lvmh. Il colosso della moda che ha tra i suoi marchi Louis Vuitton e Christian Dior, è diventata la prima in europea a superare la soglia di 500 miliardi dollari di capitalizzazione. A distanza di meno di due settimane dal suo ingresso nella classifica delle dieci più grandi aziende al mondo, la società guidata dall’uomo più ricco del mondo, l’imprenditore francese Bernard Arnault (nella foto in evidenza tra due dei suoi figli: Delphine e Antoine), incassa questo record.

Il gruppo è reduce da cinque sedute in Borsa a Parigi con il segno più, in scia a un trimestre record che ha visto i ricavi salire del 17% a 21 miliardi di euro, beneficiando della riapertura della Cina dopo le restrizioni e di una domanda globale di beni di lusso che non risente dei morsi dell’inflazione.

Dai risultati del primo trimestre dell’anno, la moda e gli accessori in pelle hanno rappresentato le attività maggiore per Lvmh, con 10,72 miliardi di ricavi (+18%). Ottima posizione anche per orologi e gioielli, settore che ha registrato una crescita dell’11%, seguito da profumi e cosmetici (+10%). Bene anche vini e liquori con un aumento dei ricavi del 3%.

I conti dei primi tre mesi dell’anno rispecchiano i risultati ottenuti nel 2022 con ricavi in crescita del 23% a 79,2 miliardi di euro. Una performance record a cui hanno contribuito tutti i settore e tutti i marchi del gruppo. Al superamento della soglia dei 500 miliardi di dollari contribuisce anche il rafforzamento dell’euro, che scambia a 1,1 sul biglietto verde consentendo ai 454 miliardi di euro di capitalizzazione del gruppo francese di tradursi in 500 miliardi di dollari.

L’ascesa delle quotazioni in Borsa cementa la posizione di Bernard Arnault quale uomo più ricco del mondo, con un patrimonio che Bloomberg stima in 212 miliardi di dollari. Dopo le ultime performance di Borsa, numerosi analisti finanziari hanno deciso di alzare il prezzo obiettivo rispetto a quello attuale che supera i 903 euro per azione. Bank of America, ad esempio, vede il titolo a 1.000 euro nel corso del prossimo anno.

Il prezzo è ancora “basso se si considera l’attrattiva del settore dei beni di lusso, il suo forte portafoglio di marchi e la forza dei marchi in portafoglio”, spiegano gli analisti. Nelle settimane scorse, inoltre, Lvmh è tornata sul mercato del debito approfittando dei risultati che hanno superato attese e delle condizioni più tranquille del mercato del credito europeo. Per il gruppo parigino, che ha ricevuto richieste per 2,7 miliardi di euro per il nuovo bond da 1 miliardo con scadenza nel 2025, è stata la prima emissione di debito dall’aprile del 2020. L’operazione allora seguì l’acquisizione di Tiffany avvenuta con un esborso di 14,6 miliardi di euro.

Leadership Forum
Paideia

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.