GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

Sciopero del personale di terra, rischio caos negli aeroporti italiani: in 250mila a terra

Oggi gli aeroporti italiani si trovano in una situazione di emergenza a causa dello sciopero del personale di terra, che ha portato a significative interruzioni e disagi per i viaggiatori. Dalle 10 alle 18, i lavoratori dell’handling, responsabili del carico e scarico dei bagagli, e gli addetti al check-in hanno incrociato le braccia per otto ore. La protesta è stata indetta dai sindacati di categoria Filt Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl Ta per sollecitare il rinnovo del contratto di settore, scaduto ormai da sei anni.

Secondo le stime del Codacons, ben 250.000 passeggeri rischiano di rimanere a terra a causa dello sciopero (la foto in evidenza è una immagine di sciopero del 2018), che ha già causato la cancellazione di circa mille voli. Gli aeroporti italiani sono stati colpiti duramente da questa protesta, con l’aeroporto di Fiumicino che ha visto la cancellazione di 130-140 voli. Tuttavia, i voli intercontinentali e quelli nazionali programmati prima dell’inizio dello sciopero sono stati garantiti.

Anche l’aeroporto di Napoli ha subito le conseguenze dello sciopero, con 118 voli cancellati su un totale di 284 voli originariamente previsti. In Sardegna, quasi 50 voli sono stati annullati, con Cagliari, Olbia e Alghero che hanno registrato le maggiori cancellazioni. Anche Ita Airways, la compagnia aerea di bandiera italiana, ha dovuto cancellare 133 voli nazionali e internazionali, ma ha cercato di limitare i disagi riprenotando i passeggeri sui primi voli disponibili.

L’impatto dello sciopero si estenderà anche ad altre compagnie aeree. I piloti di Malta Air, che gestisce i voli per Ryanair, incroceranno le braccia dalle 12 alle 16, mentre i piloti e gli assistenti di volo di Vueling sciopereranno dalle 10 alle 18. Queste azioni di protesta sono state indette a causa di controversie contrattuali e della mancanza di dialogo tra le parti coinvolte.

La situazione nel settore del trasporto aereo durante questa estate si sta facendo sempre più tesa, e l’aeroporto di Gatwick a Londra potrebbe presto affrontare i suoi problemi. Il sindacato Unite ha annunciato otto giorni di sciopero, spalmati tra fine luglio e agosto, per gli addetti ai bagagli e altri impiegati del famoso aeroporto britannico.

Il Codacons ha fornito una guida pratica per i passeggeri che si trovano coinvolti nello sciopero del trasporto aereo, sottolineando che hanno diritto all’assistenza e a compensazioni in determinate circostanze. È importante che i viaggiatori siano consapevoli dei loro diritti e che ricevano informazioni tempestive e trasparenti dalle compagnie aeree riguardo agli eventuali cambiamenti ai loro voli.

Questa giornata di sciopero negli aeroporti italiani mette in evidenza l’impatto significativo che tali azioni possono avere sulle persone che devono viaggiare. È auspicabile che le compagnie aeree e i sindacati possano trovare soluzioni rapide e ragionevoli per risolvere le controversie contrattuali e ridurre al minimo i disagi per i passeggeri.

 

Gileadpro
Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.