GILEAD
Cerca
Close this search box.

Mediobanca, in assemblea vince la lista del cda uscente: ecco tutti gli eletti

Gilead

Nell’ultima assemblea di Mediobanca, si è assistito a un voto a favore della lista del consiglio uscente, che ha ottenuto il 52,6% del capitale presente in assemblea, corrispondente al 40,4% del capitale totale. Questa vittoria è avvenuta superando la lista sostenuta da Delfin, che ha ottenuto il 41,74% del capitale presente, pari al 30,06% del capitale totale. La terza lista in competizione, quella di Assogestioni, ha ottenuto il 4,64% dei presenti, equivalente al 3,5% del capitale totale. All’assemblea ha partecipato il 76,81% del capitale.

Il risultato della votazione ha portato il consiglio di amministrazione uscente a mantenere il controllo con un distacco di 8 punti percentuali rispetto al totale del capitale, rispetto alla lista di Delfin sostenuta dal gruppo Caltagirone. Questo risultato implica che la lista del cda uscente avrà 12 membri dei 15 componenti totali del consiglio.

Il consiglio è composto dal presidente Renato Pagliaro, dall’amministratore delegato Alberto Nagel, oltre a Laura Cioli, Valérie Hortefeux, il direttore generale di Mediobanca Francesco Saverio Vinci, Laura Penna, Vittorio Pignatti Morano, Angel Vilà Boix, Virginie Banet, Marco Giorgino, Mana Abedi e Maximo Ibarra. Delfin ha piazzato due dei suoi cinque candidati, Sandro Panizza e Sabrina Pucci. Infine, Assogestioni ha riconfermato Angela Gamba nel consiglio.

L’amministratore delegato di Mediobanca, Alberto Nagel (nella foto in evidenza), ha commentato il risultato dell’assemblea dicendo: “Ci aspettavamo un supporto forte, ma questo è andato al di là delle nostre migliori previsioni, il che vuol dire c’è stato un apprezzamento generale sia per la nostra proposta di governance sia per quella industriale. Forti di questo sostegno continueremo sulla nostra strada, essendo sempre aperti al dialogo e alle proposte che vengono da tutti gli azionisti e, in particolare, dagli azionisti più importanti”.

Dopo il voto, fonti vicine a Delfin hanno sottolineato che con la nomina dei due consiglieri proposti da Delfin e del presidente del collegio sindacale, si apre un nuovo capitolo nella storia della governance di Mediobanca. Questi nuovi membri indipendenti contribuiranno al rinnovamento della banca, supportandola nella realizzazione degli obiettivi previsti nel piano strategico.

Inoltre, durante l’assemblea, sono stati approvati il bilancio per il 2022-2023, che si è chiuso con un utile netto di gruppo pari a 1.026,8 milioni e 606,5 milioni per la capogruppo Mediobanca. È stato anche annunciato un dividendo di 0,85 euro per azione, che rappresenta un aumento del 13%. Il bilancio ha ottenuto il voto favorevole del 99,93% delle azioni presenti, mentre il dividendo è stato approvato dal 92,92%.

ll nuovo consiglio di amministrazione di Mediobanca, riunitosi dopo l’assemblea dei soci, ha nominato Renato Pagliaro presidente, Alberto Nagel amministratore delegato e Massimo Bertolini segretario del consiglio. Il consigliere Francesco Saverio Vinci mantiene la carica di direttore generale. La nomina dei comitati endoconsiliari verrà deliberata da una prossima riunione del cda. Lo si legge in una nota che dà anche conto delle delibere prese dall’assemblea.

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.