Cerca
Close this search box.

Un mosaico di talenti

L’accelerazione verso la twin transition ha travolto i sistemi economici, innescando processi trasformativi che stanno ridefinendo le competenze del domani. Molte regioni europee si trovano, inoltre, davanti al fenomeno della “trappola dello sviluppo dei talenti”, in conseguenza dell’impatto del cambiamento demografico. Viste le necessità emergenti, Bruxelles ha proclamato il 2023 Anno Europeo delle Competenze, con iniziative volte a diffondere l’importanza delle competenze per cogliere le opportunità derivanti dalla doppia transizione.

In questo scenario è nata l’idea di proporre a Fortune Italia la rubrica ‘Il Valore delle Competenze’, coinvolgendo illustri rappresentanti del mondo pubblico, accademico, scientifico e aziendale, per costruire un primo osservatorio su punti di convergenza e divergenza legati alle competenze del domani.

Nel pubblico emerge un’esigenza di rinnovamento: potenziamento degli organici, aumento delle retribuzioni, cooperazione con il privato, sono spunti condivisi dai ministri della Difesa e dell’Interno Guido Crosetto e Matteo Piantedosi e dal ragioniere generale dello Stato, Biagio Mazzotta. La PA ha visto ridursi, in anni di blocco del turnover, quella capacità tecnica che secondo il sottosegretario al Mef Federico Freni e l’ex ministro dell’Economia Giovanni Tria va ricostruita con nuove competenze e con una formazione agganciata alle norme.

I percorsi formativi devono essere accompagnati da investimenti tecnologici, propedeutici alla nascita di nuove figure professionali e di una nuova attrattività, come emerso con Sergio Marullo di Condojanni – Ad di Angelini Industries – ed Eliano Russo – manager internazionale responsabile della 3Sun Gigafactory di Enel Green Power a Catania.

Formazione che vede nella multidisciplinarietà la chiave di volta sottolinea la penalista Paola Severino, presidente della Sna, mentre Andrea Zoppini, avvocato e ordinario di Diritto civile, auspica un impegno condiviso per ridurre le disuguaglianze sociali con la meritocrazia. In questa direzione, è cruciale supportare una maggior partecipazione femminile ai vertici, sulla scia di Francesca Nanni, prima donna procuratrice generale di Milano e Mariella Enoc, manager della sanità di lungo corso.

Futuro significa anche capacità di analisi, in un mondo in cui i conflitti sono anche in campo economico, finanziario, energetico, evidenzia Paolo Ciocca, presidente di Open Fiber, che ha ricoperto incarichi di vertice nel campo della sicurezza. Competenze su cui lavorare a livello sistemico, per creare a quella che Enrico Pazzali, presidente di Fondazione Fiera Milano, definisce leadership. Francesco Profumo, presidente Compagnia di San Paolo e ACRI, propone di partire dalla formazione dei docenti, degli spazi, dei modelli pedagogici e dalla personalizzazione degli interventi. Paolo Benanti – esperto dell’organo consultivo sull’AI istituito dall’ONU – Mario Rasetti – presidente Fondazione ISI, emerito di fisica teorica, consigliere della Commissione Ue – e Vincenzo Morgante – presidente della Fondazione Ghirotti e direttore di TV2000 – propongono un umanesimo digitale, coniugando innovazione tecnologica ed etica. 

Per guardare al futuro bisogna conoscere il passato, evidenzia Louis Godart – già consigliere per il Patrimonio artistico del Quirinale – che si unisce a Franco Ferrarotti, sociologo, ex diplomatico, deputato, docente – e Kamel Ghribi – presidente di GKSD Investment Holding e vicepresidente Gruppo San Donato – in un appello ai giovani per passare all’azione con costanza e perseveranza.

Con queste riflessioni l’anno non si conclude, ma avvia un processo proiettato al futuro che si ramificherà in una contaminazione tra mondi, generazioni, expertise, con l’impegno di far partire iniziative pubbliche a rete per preparare il Paese al futuro.

 

 

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.