Cerca
Close this search box.

Per una buona legge sul Lobbying, ecco l’appello di lobbisti e comunicatori al legislatore

lobby, lobbying, montecitorio, parlamento

La rappresentanza degli interessi svolge un ruolo essenziale per un efficace funzionamento della democrazia in quanto costituisce un meccanismo fondamentale per garantire che la voce dei cittadini e dei gruppi sociali venga adeguatamente considerata nelle decisioni pubbliche. 

L’interazione facilita la formazione di politiche pubbliche più inclusive e rispondenti alle esigenze della società, garantendo che le decisioni siano informate da un’ampia gamma di prospettive e contributi. La partecipazione attiva degli interessi rappresentati contribuisce, in ultima analisi, a rafforzare la legittimità delle decisioni adottate e a consolidare la fiducia dei cittadini nel sistema democratico. 

È per tale motivo che 86 professionisti del settore, “delusi e sconcertati” del continuo abuso della parola lobbismo per descrive attività illecite e oscure, hanno deciso di inviare un appello al Legislatore per invitarlo a “muoversi senza indugio” all’approvazione di una legge sul lobbying.

Di seguito il testo integrale:

“Siamo lobbisti. Cioè professionisti: comunicatori, manager, consulenti, studiosi, esperti. Lavoriamo per aziende o in proprio, ci occupiamo di relazioni pubbliche, facciamo parte di associazioni, fondazioni e think tank.

Siamo specialisti: conosciamo i principi fondamentali del diritto e dell’economia, della comunicazione e del marketing, sappiamo come si scrive una legge, verifichiamo nel dialogo l’incidenza di una misura sul bilancio di un Ente pubblico e le compatibilità con le esigenze del sistema in cui tutti operiamo.

Il nostro lavoro si svolge nel dialogo quotidiano con le Istituzioni – che avviene sempre in un clima di attenzione, trasparenza e rispetto reciproco – e nel monitoraggio e ascolto dell’opinione pubblica. Così contribuiamo al processo democratico.

Restiamo quindi delusi e sconcertati quando – periodicamente – si fa riferimento al lobbismo per indicare attività illecite, oscure, oltre il confine della legalità.

Noi e migliaia di professionisti del settore – un mercato ancora piccolo ma in crescita costante, con una presenza sempre più marcata di giovani professionisti – ci sentiamo profondamente offesi ad essere descritti come “affaristi” o “maneggioni”.

Da decenni si parla di un provvedimento di legge che dovrebbe regolare le attività lobbistiche, che però non vede mai la luce.

Non è il caso di indagare i motivi dei ritardi. Siamo consapevoli della complessità della materia, ma il dato di fatto è che l’Italia è oggi uno dei pochi paesi democratici a non avere alcuna legislazione sul lobbying: non disposizioni “punitive”, che dicano “in negativo” ciò che non si può fare, ma un quadro di regole chiare, che favoriscano la trasparenza, il dialogo e la reciprocità nel rapporto tra rappresentanti di interesse e decisori.

Rivolgiamo quindi al Legislatore una richiesta formale e semplice. Si proceda senza indugio all’approvazione di una legge sul lobbying, affinché si smetta di parlare del tema impropriamente, finendo per mettere sotto accusa un intero comparto di seri professionisti.”

Raffaele Abbattista

Lelio Alfonso

Francesco Andriani

Natale Arcuri

Andrea Bagnolini

Antonio Barreca

Roberto Basso

Rodolfo Belcastro

Alessandro Beulcke

Daniela Bianchi

Fabio Bistoncini

Gaspare Borsellino

Tiberio Brunetti

Francesca Buttara

Roberto Calise

Sarah Cantarella

Maria Laura Cantarelli

Francesca Chiocchetti

Claudio Colaiacomo

Stefano Colarieti

Gianluca Comin

Pier Luigi Dal Pino

Niccolò de Arcayne

Gabriel De Gaetano

Giuseppe De Lucia

Felice D’Endice

Alfonso Dell’Erario

Luca Del Pozzo

Elena Di Giovanni

Paolo Esposito

Pierangelo Fabiano

Federico Fabretti

Alessandro Fonti

Martina Gelardi

Stefano Genovese

Gianluca Giansante

Domenico Giordano

Giorgia Golisciani

Gaetano Grasso

Leonardo Iacovelli

Francesco Macchia

Giovannantonio Macchiarola

Silvia Mandarino

Vincenzo Manfredi

Silvia Mariani 

Matteo Mauri

Massimo Micucci

Andrea Morbelli

Erika Munno

Toni Muzi Falconi

Marica Nobile

Donato Marco Occhilupo

Diotima Pagano

Mariella Palazzolo

Veronica Pamio

Carlo Pedata

Alessandro Pica

Lara Pontarelli

Luigi Quaranta

Roberto Race

Claudia Raggi

Stefano Ragugini

Camillo Ricci

Fabiana Rigirozzo

Laura Rovizzi

Alfonso Ruffo

Mariangela Rulli

Francesca Aurora Sacchi

Filippo Salone

Ermanno Sgaravato

Francesca Santoro

Luigi Santoro

Paolo Sarzana

Nicolò Scarano

Antonio Sfameli

Licia Soncini

Marco Sonsini

Franco Spicciariello

Luciano Stella

Michelangelo Suigo

Piermario Tedeschi

Valeria Torta

Claudio Velardi

Antonio Vella

Fabrizia Vigo

Michele Vitiello

 

 

 

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.