25 Marzo 2019

Dalla Premier al SuperBowl, avanza lo sport senza contanti

Nicola Sellitti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Lo sport senza contanti. Niente cash, spiccioli in tasca, spazio solo per prepagate, carte di credito per acquistare biglietti, oppure per andare al bar per una pizza, una birra. Un trend che sta avvolgendo il calcio europeo: il Tottenham, Premier League, nella sua nuova casa costata centinaia di milioni di euro (e portata a termine entro i tempi stabiliti dal club, che ha giocato un paio di stagioni a Wembley) ha deciso che non si accetteranno contanti per l’acquisto dei tagliandi per le partite e neppure per uno snack o per usufruire dei servizi della nuova arena, stabilendo anche nuovi metodi di pagamento, insieme a quelli tradizionali con carta di debito e di credito.

Ovvero, i possessori dell’abbonamento e i membri di One Hotspur, la community ufficiale degli Spurs sul web, potranno caricare somme di denaro su una carta d’accesso allo stadio, prima delle partite. E si potranno anche acquistare delle prepagate, da utilizzare poi all’interno dell’impianto. Dunque, il calcio diventa cashless, una piccola rivoluzione, sull’esempio indicato dalla Major Soccer League, al Mercedes Benz di Atlanta, dove giocano gli Atlanta United, da poco entrati nella Lega.

E nello sport americano si è portata avanti sul tema anche un pezzo grosso come la Major League Baseball, con i Tampa Bay Blue Rays che hanno imposto nel suo ballpark, il Tropicana Field, il bando al contante, con l’appoggio di tante aziende legate da sponsorizzazioni alla franchigia che hanno trovato posto su Apple Play. Certo, è una decisione che va a toccare una parte della popolazione che non ha troppi dollari in tasca per aprire un conto corrente, oppure per permettersi una carta di credito. Ma il cambiamento è in atto anche in altre leghe, per migliorare l’esperienza, attraverso servizi più rapidi, funzionali, dei tifosi al palazzetto.

O allo stadio, come nel caso dei New York Red Bulls, che hanno presentato nella nuova stagione della Major Soccer League una serie di novità come l’instant replay e soprattutto il biglietto per le partite scaricabile via smartphone. Via il cartaceo, per entrare alla Red Bull Arena di Harrison, in New Jersey il tagliando si scarica via cell, mentre per l’abbonamento stagionale si passa per la convalida via app ufficiale targata Red Bull. Esilio per il biglietto cartaceo anche per lo Sporting Kansas City, per la prossima stagione. Un provvedimento che si allarga a macchia d’olio anche per mettere un freno alle frodi e alla vendita di biglietti sul mercato secondario, una forma moderna di bagarinaggio, con tagliandi che per partite di Nba, oppure Nfl, si arrampicano fino a migliaia di dollari. E la rivoluzione è in corso d’opera, la stessa Nfl ha già annunciato che per i prossimi Superbowl ci saranno campioni, spettacolo, il classico concerto di metà gara, ma non il contante.

 

 

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.