fbpx

7 Maggio 2019

Blockchain, non solo Bitcoin

Fabio Insenga

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

È stata preceduta dalla fama del Bitcoin. È stata considerata per anni solo una tecnologia di supporto. Ma le potenzialità e lo sviluppo della blockchain stanno andando ben oltre il recinto delle criptovalute. Ormai è uscita dalla nebbia dell’utopia e ha conquistato spazio, quote di mercato, in tutti i settori. Ne parliamo in questo numero mettendo a confronto le analisi degli esperti, approfondendo il tentativo della Consob di creare i presupposti per un intervento normativo, focalizzando l’attenzione sullo sviluppo in un comparto cruciale come l’energia. E, ancora, raccontando le startup che ne hanno fatto il core business e una community, tutta al femminile, che raccoglie esperienze di donne legate alla tecnologia fin dai suoi esordi.

L’innovazione che porta la blockchain si lega allo sviluppo digitale nelle life sciences. Un’inchiesta della redazione di Fortune indaga le prospettive di crescita, e i rischi connessi, di una medicina sempre più legata ai big data e all’intelligenza artificiale. Il ministro della Salute Giulia Grillo risponde alle nostre domande sul ritardo accumulato nell’implementazione del piano per la diffusione del fascicolo sanitario elettronico (Fse), che ha ancora una diffusione disomogenea sul territorio. Un’analisi di Lorenzo Positano, partner e managing director di Boston Consulting Group, descrive un altro ritardo, quello accumulato dal settore health care rispetto ad altri settori proprio sul piano della digitalizzazione, ma anche la grande trasformazione in atto che potrebbe portare a colmare il gap nell’arco di due o tre anni. Uno dei fattori principali che sta cambiando lo scenario è l’ingresso nel mercato di nuovi player: i giganti tech Apple, Google, Amazon e Microsoft. Ne analizziamo investimenti e strategie. Tre case history ci aiutano a cogliere il trend da tre angolazioni diverse: le esperienze di Vree Health, Biogen e DataWizard.

Nuovi strumenti al centro anche di tre storie di impresa diverse per settore e dimensione ma con un denominatore comune: la trasformazione del modello di business. Una multinazionale come McDonald’s: Mario Federico, amministratore delegato Italia, spiega come cambia la catena del lavoro all’interno dei fast food; una (ex) società petrolifera come Erg: Pietro Tittoni, chief operating officer, racconta la svolta green del gruppo dei Garrone; una società a partecipazione pubblica, come Trenord: l’Ad Marco Piuri rivendica i passi avanti di questi mesi sul piano dell’affidabilità e il percorso intrapreso per uscire dall’emergenza degli ultimi mesi.

Della redazione americana pubblichiamo un’intervista al numero uno globale di McKinsey, Kevin Sneader, incalzato sul tema della trasparenza e del potenziale conflitto di interessi della società di consulenza, e un’inchiesta su Facebook, impegnata a difendere il suo modello di business, fronteggiando la pressione delle Autorità di regolazione, soprattutto sul piano della tutela della privacy.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscrivti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selelezione degli articoli di Fortune.